Sant’Arpino

Arriva “Slow Food” nell’agro aversano-atellano

 SANT’ARPINO. Presentata al Palazzo Sanchez De Luna di Sant’Arpino la Condotta Slow Food Agro Aversano – Atellano, ventinovesima cellula regionale dell’Associazione in Campania.

Gaetano Pascale, Presidente Slow Food Campania e Basilicata, ha accolto con queste parole la nascita del nuovo organismo locale: «L’agro Aversano-Atellano è un territorio cerniera tra le provincie di Napoli e Caserta, troppo spesso oggetto di abusi ambientali che hanno ridotto l’ampio repertorio di tradizioni agricole e gastronomiche presente in questa zona. Con la nascita della condotta, Slow Food vuole dare supporto a tutti quegli operatori, agricoltori, allevatori e ristoratori che, con ostinazione e passione, proseguono nel loro lavoro, anche attraverso attività educative nei confronti dei più giovani, affinché nelle nuove generazioni si riaffermi una coscienza eco-gastronomica». Nel corso dell’incontro, soci e simpatizzanti hanno manifestato una solida voglia di agire per cambiare il proprio territorio.

«Consideriamo di primaria importanza – ha espresso il Comitato promotore della Condotta – l’informazione e la divulgazione delle idee sostenute da Slow Food e lo faremo promuovendo un ampio dibattito sulle complesse e talvolta non immediatamente evidenti interconnessioni esistenti tra alimentazione, agricoltura e ambiente. Nel contempo, opereremo al fine di stringere un patto tra produttori e consumatori, per sperimentare modelli di scambio di prodotti agroalimentari di qualità. Siamo convinti che con la partecipazione attiva dei soci e simpatizzanti di Slow Food e agendo in collaborazione con le altre Condotte del territorio, potremo dare un valido e significativo contributo».

Il Comitato di Condotta, eletto dall’Assemblea dei soci, è formato da 12 persone, individuate tra personalità da anni impegnate nel mondo dell’agricoltura, dell’alimentazione e dell’enogastronomia nel territorio dell’Agro Aversano – Atellano: Belardo Maria Teresa,Cammisa Giovanni, Portogallo Carmela, Prisco Francesca, Belardo Mario, Luongo Salvatore, antonio tanzillo, Petito Marco, Murolo Francesco, Elpidio Pezzella, Migliaccio Nicola, Oliva Alfredo.

Slow Food è un’associazione internazionale senza scopo di lucro presente in circa 150 paesi del mondo. In Italia conta 40mila soci e 300 Condotte locali (sezioni). Slow Food opera in Italia per diffondere la cultura alimentare, attraverso appositi corsi e master, sviluppare l’educazione sensoriale e del gusto, tutelare la biodiversità e le produzioni di piccola scala, promuovere la qualità nelle sue componenti organolettiche, ambientali e sociali. Slow Food lavora perché tutti possano permettersi e apprezzare un cibo buono per il palato, buono per l’ambiente, buono per chi lo produce: in altre parole Buono, Pulito e Giusto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico