Italia

Maturità: Ungaretti, Hobsbawm e Warhol per la prima prova di italiano

 ROMA. Ungaretti, D’Annunzio, Verga, Svevo fino ad Hobsbawm ed Andy Warhol. Questi i temi che affronteranno mercoledì 22 giugnopoco meno di mezzo milione di studenti (circa 496mila) nella prima prova degli esami di maturità: lo scritto di italiano, lo stesso per tutti gli indirizzi.

”Lucca”, una poesia di Ungaretti per l’analisi del testo; per il saggio breve “Amore, odio, passione” con brani di Verga, D’Annunzio e Svevo; nell’ambito socio-economico “Siamo quello che mangiamo?”; nell’ambito scientifico tema su Enrico Fermi; per l’ambito storico “Destra e sinistra” partendo da alcuni autori che ne analizzano le caratteristiche. Per il tema storico un frase di Hobsbawm e la richiesta ai ragazzi di analizzare gli anni ’70; e infine ”Nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti”: partendo da questa di Andy Warhol si chiede ai candidati di analizzare il valore assegnato alla fama effimera nella società odierna. Sono questi i temi proposti per il tema di italiano nella Maturità 2011.

Per il tema su ”Amore, passione e odio” tra i documenti proposti agli studenti ci sono tre dipinti ”Il bacio” di Klimt, ”Ettore e Andromaca” di De Chirico e ”Gli amanti ” di Pablo Picasso. Per il tema su Destra e Sinistra come spunti sono state offerte frasi di Norberto Bobbio, Marcello Veneziani, Giampiero Carocci e Angelo Panebianco.

Testa china, dunque, sul foglio bianco, alla ricerca di concentrazione e serenità a partire dalle 8.30. I ragazzi saranno esaminati da 12.373 presidenti di commissione e da 42.483 commissari d’esame. Secondo i dati del Miur gli studenti interni sono 470.860, i privatisti 24.911 e saranno esaminati da 12.373 presidenti di commissione e da 42.483 commissari d’esame. Affronteranno l’esame anche 49 “ottisti”, gli studenti che alla fine del quarto anno hanno riportato almeno 8/10 in ciascuna disciplina e in comportamento e che, nei due anni precedenti al quarto, hanno conseguito almeno 7/10 in ogni materia e almeno 8/10 nel comportamento.

Alle 8 si apriranno le buste con le tracce degli argomenti – la prima e la seconda prova scritta (mercoledì 22 e giovedì 23) sono predisposte dal ministero; la terza (lunedì 27), il cosiddetto “quizzone”, dalle singole commissioni – e gli studenti avranno 6 ore a disposizione.

Per la prova di Italiano sono confermate le tipologie adottate negli anni scorsi, dunque gli studenti possono scegliere tra l’analisi di un testo letterario, la produzione di un saggio breve o di un articolo di giornale (questi due scelti tra i diversi ambiti di riferimento: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico), il tema di argomento storico o di attualità.

I candidati potranno consultare il dizionario di italiano e non potranno uscire prima di tre ore dalla dettatura del tema. Telefoni cellulari, smartphone, tablet, computer portatili e qualsiasi dispositivo di trasmissione datisono severamente messi al bando, così come qualsiasi collegamento delle scuole con Internet è stato disattivato. Il prezzo da pagare per i trasgressori è alto: verranno esclusi da tutte le prove. A vigilare sul corretto svolgimento degli esami, accanto alla struttura informatica del ministero, ci sarà, come sempre, la polizia postale.

La seconda prova scritta, prevista per giovedì 23: latino al liceo classico, matematica al liceo scientifico, lingua straniera al linguistico, pedagogia al pedagogico, disegno geometrico, prospettiva e architettura al liceo artistico. Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando, eventualmente, anche i laboratori dell’istituto.

Le materie scelte per gli altri indirizzi sono: per l’istituto tecnico commerciale (ragionieri): economia aziendale; per l’istituto tecnico per geometri: costruzioni; per l’istituto tecnico per il turismo: tecnica turistica; per l’istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione: alimenti e alimentazione; per l’istituto professionale per i servizi sociali: tecnica amministrativa; per l’istituto professionale per tecnico delle industrie meccaniche: macchine a fluido. Per il settore artistico (licei e istituti d’arte) la materia di seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale (architettura, ceramica, mosaico, marmo, oreficeria ecc.) e si svolge in tre giorni. Vanno per la prima volta a esame anche le classi coinvolte nel progetto Esabac, finalizzato al rilascio del doppio diploma italiano e francese ed attuato sulla base dell’Accordo Italo-Francese sottoscritto il 24 febbraio 2009. Lunedì 27, terza e ultima prova scritta. Poi, sarà la volta degli esami orali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico