Orta di Atella

“Note di Natale” con la scuola media ‘Stanzione’

 ORTA DI ATELLA. Mercoledì 22 dicembre nella gremita Sala Consiliare del Comune di Orta, si è tenuta la manifestazione “Note di Natale” organizzata dalla scuola “Stanzione” …

… nella quale i bravissimi ragazzi del laboratorio musicale diretto dal professor Rosario Bergamo in collaborazione con i docenti Tammaro Spena, Beatrice Maisto e Pasquale Di Salvo si sono esibiti in canti corali natalizi diretti dal professor Rosario Bergamo e accompagnati dal quartetto jazz diretto dal professor Pasquale Di Salvo. Presenti, oltre ai genitori, agli alunni delle classi terze e ai docenti, importanti rappresentanti delle istituzioni locali: il vicesindaco, l’assessore alla pubblica istruzione e l’assessore all’edilizia.

L’incontro è stato anche un’occasione per presentare, almeno in forma parziale, le attività extracurriculari, le iniziative e le gite a cui hanno partecipato nell’anno scolastico 2009-2010 gli alunni della scuola, raccolte in un video dal titolo “La Scuola si Racconta – album 2009-2010” realizzato dal professor Domenico De Vivo. Gradito fuori-programma l’esibizione al flauto traverso dell’alunno Giona Grimaldi che ha suonato: “Il Mattino” di Grieg e il tradizionale “Gli angeli delle campagne”.

Il pubblico ha dimostrato di apprezzare molto l’intera manifestazione esprimendo alla dirigente Arcangela Del Prete parole entusiastiche e di incoraggiamento a tenere duro e portare avanti il proprio progetto formativo. Nel suo discorso a chiusura della manifestazione, la dirigente ha voluto ringraziare tutti i docenti e il personale non docente, per la professionalità e la passione con cui si dedicano al proprio lavoro raggiungendo, così, i risultati a cui tutti hanno potuto assistere; è proprio grazie a questa dedizione che essi hanno potuto scoprire e incentivare alunni di talento come Giona e come la solista del coro Raffaella Marrazzo che, certamente, faranno strada nel campo musicale.

Questi risultati (e ancora altri sarebbero da citare dalla poesia alla recitazione alle arti figurative…) sono possibili solo quando si presta attenzione e ascolto ai ragazzi, alle loro difficoltà, alle loro paure, alle loro aspirazioni cercando di favorire le loro attitudini e le loro inclinazioni, gratificandoli per ogni piccolo progresso e minimizzando gli insuccessi, mettendo loro a disposizione opportune risorse e, se queste non esistono, inventandole: infatti il laboratorio musicale per lo studio del solfeggio e del pianoforte che la dirigente, dopo tanta insistenza, ha potuto allestire ottenendo i finanziamenti Fesr necessari, sarà attivo solo a partire da quest’anno, grazie anche all’interesse del professor Rosario Bergamo e la collaborazione del professor Tammaro Spena. Una conquista importante. Le più recenti ricerche di psico-pedagogia, infatti, hanno ormai acclarato l’importanza formativa della musica per la sua spontaneità e per le sue implicazioni nell’area logico-espressiva e logico-matematica. Si tratta di una autentica scelta di campo: dare alla scuola un indirizzo artistico-musicale, significa non solo intervenire in maniera ancora più decisa ed efficace nella lotta contro la dispersione e la devianza che tanto affliggono il nostro territorio ma anche favorire l’emergere delle positività e delle eccellenze: nello scontro tra il male e il bene vince sempre il bene: basta crederci. A questo proposito, la dirigente ha invitato l’amministrazione, nelle diverse manifestazioni che organizza, a preferire il coro della scuola che ha riscosso e riscuote ogni anno molto successo per la professionalità con cui è diretto e la perfezione canora dei suoi componenti. Sono queste le risorse da curare e incentivare perché indispensabili per la crescita valoriale della realtà contingente, affinché si possa sperare di costruire, per i nostri ragazzi, un mondo migliore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico