Campania

Il Milan vince 2-1 sotto il diluvio del San Paolo

IbraNAPOLI. In un San Paolo gremito di 60mila spettatori, sotto un diluvio, il Milan batte 2-1 il Napoli nel posticipo del lunedì valevole per l’ottava giornata del campionato di serie A.

Azzurri con Grava e Aronica in difesa. Rossoneri con Sokratis in difesa. Al posto di Ronaldinho c’è Robinho. Al 10′ fortuito scontro fra Maggio e Antonini, il milanista ha la peggio e deve uscire in barella. Gioco fermo per tre minuti, poi entra Oddo. Primo tiro al quarto d’ora, lo effettua Rubinho, De Sanctis blocca a terra. Il Milan ha cominciato meglio e tiene il campo con più autorità, il Napoli fatica ad uscire e a costruire gioco. La squadra di Allegri raccoglie il frutto della superiorità al 21′. gol di Robinho al termine di una bella azione col Napoli chiaramente in difficoltà, poi esce Maggio ancora stordito dopo lo scontro con Antonini. Fischia il San Paolo e gli azzurri danno segni di risveglio: Cavani entra in area e tira alto, Hamsik coglie l’esterno della rete. Alla mezz’ora un attacco aggirante del Napoli mette Yebda nella condizione di battere a rete a botta sicura. E’ l’occasione migliore, ma ne esce un tiraccio. Il Milan va in crisi de attaccato sulle fasce ed è li che il Napoli insiste, per ora senza frutti. Al 45′ il Napoli resta in dieci: Pazienza si fa espellere in maniera stupida, per il secondo fallo di mano. Il primo tempo si chiude con Abbiati che nega il pareggio: parata strepitosa su un colpo di testa di Lavezzi da tre metri.

La ripresa comincia con le stesse formazioni. Il Napoli ricomincia a martellare, Sokratis in difficoltà con Lavezzi lo stende un paio di volte, Rizzoli assegna una punizione la prima volta, poi lascia correre. L’atteggiamento offensivo lascia molti spazi alle ripartenze del Milan. Al 10′ Ibra, servito da Pato, si mangia il 2-0 con un piatto poco efficace bloccato da De Sanctis. Al quarto d’ora ancora Abbiati dice no al Napoli deviando oltre la traversa una conclusione di Hamsik. Al 21′ grande intervento di De Sanctis, che copre lo specchio della porta a Pato scongiurando il raddoppio rossonero che però arriva di lì a poco, al 27′, con Ibrahimovic, che completamente solo al centro dell’area, mette in rete con un colpo di testa.Poco prima c’era stata una sostituzione nel Napoli: Sosa al posto di Hamsik, una mossa a sorpresa da parte di Mazzarri. Gli azzurri non mollano e subito dopo c’è una splendida azione di Lavezzi in area rossonera, con Cavani che manca di poco la palla. Al 31′ è proprio Ibra a lasciare il posto a Seedorf forse per un problema all’adduttore. Il Napoli ci crede e al 34′ arriva un sensazionale gol di Lavezzi: Il Pocho entra in area da destra, Papastathopoulos sembra fermarlo, arriva Cavani, mischia: 5 metri, Lavezzi da terra sull’uscita di Abbiati riesce a colpire sotto il pallone con il destro, pallonetto e rete. La partita si riapre ma si innervosisce anche: parapigliaa centrocampoiniziata per uno scontro traBoateng e Aronica, quest’ultimo ammonito insieme a Campagnaro. Al 39′ Mazzarri rischia tutto: dentro Dumitru, fuori Gargano, e il Napoli ha quattro punte. Anche Allegri fa l’ultimo cambio: dentro Flamini, fuori Gattuso. Nel finale grande protagonista De Sanctis che salva prima su Flamini e poi su tiro di Seedorf. Cinque minuti di recupero con ultimi disperati assalti del Napoli, ma il risultato non cambia. Il Milan scavalca l’Inter in classifica e si piazzaal secondo posto, a due punti dalla capolista Lazio. Il Napoli si tiene al quinto posto, a 12 punti, con la Juventus.

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Grava, Aronica, Campagnaro; Maggio (24′ pt Yebda), Pazienza, Gargano (38′ st Dumitru), Dossena; Hamsik (23′ st Sosa); Lavezzi, Cavani. A disp: Iezzo, Cribari, Vitale, Zuniga. All. Mazzarri

Milan (4-3-2-1): Abbiati; Bonera, Nesta, Sokratis, Antonini (10′ pt Oddo); Boateng, Pirlo, Gattuso (41′ st Flamini); Robinho; Pato, Ibrahimovic (30′ st Seedorf). A disp: Amelia, Montelongo, Yepes, Inzaghi. All. Allegri

Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 21′ pt Robinho, 26′ st Ibrahimovic, 32′ st Lavezzi
Note: 60mila spettatori. Ammoniti Sokratis, Pazienza, Boateng, Campagnaro, Bonera. Espulso Pazienza

Classifica: Lazio 19; Milan 17; Inter 14; Chievo 13; Juventus e Napoli 12; Palermo, Genoa, Lecce, Sampdoria 11; Udinese 10; Brescia, Roma, Catania 9; Cesena, Fiorentina, Bari, Bologna 8; Cagliari e Parma 7

Prossimo turno: Bari-Udinese, Brescia-Napoli, Cagliari-Bologna, Catania-Fiorentina, Cesena-Sampdoria, Genoa-Inter, Milan-Juventus, Palermo-Lazio, Parma-Chievo, Roma-Lecce.

Allegri

Mazzarri

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico