Gricignano

Puc, opposizione: “La cubatura già consumata dalle cooperative?”

 GRICIGNANO. L’opposizione consiliare e i circolo di Pdl, Circolo della Libertà e Api intervengono ancora una volta sulla questione del nuovo Puc, stavolta in relazione alle cooperative in costruzione vicino la cittadella Us Navy.

Dopo la discussa approvazione delle linee guida del Puc, l’opposizione sottolinea di essere venuta a sapere che il relativo studio di fattibilità, datato 2007, per quanto concerne la previsione demografica, ipotizza per i prossimi dieci anni un incremento di circa duemila nuovi abitanti. I nuovi vani, recita il documento in possesso della minoranza, potranno essere in parte destinati a zone Peep per circa il 40% e la restante parte sia a zone di completamento (zone B) che a “modeste”, in termini di quantità, zone “C”.

Da qui le domande che l’opposizione pone alla maggioranza, chiedendo di rispondere con urgenza: “Perché il tecnico incaricato dello studio di fattibilità, nell’ipotesi di dimensionamento, destina a zone Peep (cooperative), in modo del tutto arbitrario, il 40% dell’intera edificabilità della nostra Gricignano futura? Se le zone Peep, come spesso ribadito dai nostri amministratori, non rientrano nel calcolo della cubatura, come mai il tecnico assegna a tali zone circa la metà della cubatura realizzabile? Dopo quattro anni, la cubatura prevista per i circa duemila abitanti è ancora disponibile per l’espansione della nostra Gricignano oppure è stata già ‘consumata’ dalle cooperative in costruzione dietro la Us Navy?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico