Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

“Piccoli-Grandi Poeti”, concorso di poesia di ‘Noi Voci di Donne’

 MARCIANISE. Grande successo a Marcianise, per la prima edizione del concorso di poesia “Piccoli-Grandi Poeti” organizzata e promosso dall’associazione Noi Voci di Donne guidata da Pina Farina.

Numerose, le poesie fatte pervenire in sede, tale da convocare una prima giuria di esperti gia nella serata di sabato 9 maggio. E domenica 10 maggio nel salone del centro Ave Maria di via San Giovanni Bosco a Marcianise, una giuria di esperti ha espresso il propri voto, premiando così le prime venti classificate. La giuria formata da: Adele Grassito, vicepresidente commissione pari opportunità della provincia di Caserta, vicepresidente Spazio Donna, Maria Luisa Coppola governatore Serra Club di Aversa, Antonio Santi direttore dell’Eco di Aversa, Antonio Nicolò poeta, Cavaliere della cultura, Angelo Otero scrittore, poeta, esperto del teatro napoletano. Emozionante per genitori e bambini presenti, il momento della lettura della poesia, entusiasmante, il momento della premiazione dei vincitori. A consegnare il premio ai primi venti classificati, la piccola poetessa Angelica Nicolò, residente a Marcianise, figlia d’arte, madrina d’eccezione della serata, a soli nove anni appena, gia vincitrice di numerosissimi concorsi locali regionali e nazionali. Tutti i partecipanti saranno in possesso di un attestato di partecipazione che possono ritirare presso la sede di Noi Voci di Donne, in Via Mundo a Marcianise.

La presidente dell’associazione Pina Farina afferma: “La nostra associazione ha voluto festeggiare questa splendida ricorrenza con un’ insostituibile forma di espressione, dando la parola a loro, ai più piccoli. Molto spesso dimentichiamo che lo strumento migliore per comunicare con i bambini, è l’ascolto, e a loro, che molto spesso gli viene tolta la parole, e a loro che si da poca importanza, perché considerati piccoli e privi di idee. La poesia, la filastrocca, schiude il mondo al bambino, è riflessione che stupisce ancora l’anziano, è memoria collettiva d’un popolo, è comunicazione profonda che coinvolge tutti. La poesia è uno strumento di dialogo tra i popoli e culture, veicolo di pace e lingua del confronto. La poesia non vuole comandare, non vuole persuadere, non vuole indurre, non vuole dimostrare, la poesia è sentimento è espressione. Dopo questa bellissima esperienza vissuta con i bambini è nostro intento continuare con eventi e manifestazioni, che si concentrano a dare la parola ai più piccoli, e attraverso la loro espressione che possiamo capire quali sono le loro esigenze, i loro bisogni. Con la prossima, nuova, amministrazione, ci attiveremo per creare un nuovo modello di ascolto e di comunicazione. Il nostro obiettivo è quello di costruire, nel nostro comune, il ‘Consiglio dei Ragazzi’, un gruppo di ragazzi rappresentati di diverse scuole, che si fanno portavoce di altri coetanei all’interno dell’amministrazione. Una strumento questo importantissimo per i nostri ragazzi, messi nella condizione di manifestare le loro richieste. E a loro che deve essere concessa la parola, ai nostri piccoli protagonisti, rispondendo in seguito ai loro suggerimenti, garantendo attenzione immediata e per il loro futuro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico