San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Scippi, carabinieri arrestano “quelli della Mini Cooper”

 SAN NICOLA LA STRADA. Erano diventati il terrore dei cittadini di San Nicola La Strada e San Marco Evangelista, le due ridenti cittadine alle porta della città capoluogo.

Agivano indisturbati a bordo di una MiniCooper nera, da questo particolare è stato coniato il modo di riconoscerli come quelle “MiniCooper nera”. Nel giro di pochi mesi hanno messo a segno tre scippi, facendo perdere le loro tracce ai Carabinieri della locale stazione, comandata dal Luogotenente Pio Francesco Marino. Quest’ultimo, convinto che prima o poi avrebbero messo in atto un nuovo scippo ai danni della solita donna sola, aveva predisposto un accurato servizio di sorveglianza del territorio di propria competenze, San Nicola La Strada e San Marco Evangelista.

L’investigatore, che ha una notevole esperienza della criminalità organizzata, avendo lavorato, fra l’altro, nei Ros, reparti operativi speciali che danno la caccia ai grandi boss della camorra campana, aveva visto giusto. Infatti, dopo l’ennesimo scippo perpetrato a San Marco Evangelista, gli uomini di Marino hanno intercettato la MiniCooper nera in via Leonardo da Vinci, in territorio sannicolese.

I malviventi, vistosi oramai scoperti, si sono fatti ammanettare anche perché avevano di fronte militari che non avrebbero consentito alcun tipo di reazione o di fuga. Dunque, dopo diversi mesi, nel corso dei quali avevano gettato nella paura gli abitanti delle due città, ora sono al fresco delle celle del carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione del magistrato che, siamo sicuri, non avrà la mano leggera con questi criminali. Si tratta di due cugini entrambi residenti a Caivano, cittadina dell’entroterra partenopeo a poca distanza da San Marco Evangelista, Vincenzo D’Amico di vent’anni e Armando D’Amico di ventiquattro.

I due, ieri pomeriggio, verso le ore 18.30, erano in giro nel territorio sanmarchese alla ricerca della preda che potesse offrire il minimo della resistenza. Nel corso della perlustrazione, i due hanno preso di mira la signora Caterina Vanore, di trent’anni, residente in via Francesco Pertini a San Nicola La Strada. L’hanno avvicinata e, con mossa fulminea, le hanno strappato la borsa che aveva a tracollo, scappando subito dopo in direzione di San Nicola La Strada, convinti di riuscire a far perdere, ancora una volta, le loro tracce. Ma, per loro disgrazia, sono incappati in uno dei numerosi posti di blocco mobili che il Luogotenente Marino aveva organizzato sul territorio delle due città. In via Leonardo da Vinci, dunque, si è conclusa la carriera delinquenziale di quelli della “MiniCooper nera”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico