Home

Sconfitta pesante per il Napoli: 3-1 a Bergamo

RejaNelle partite pomeridiane della 12 giornata di campionato la squadra di Reja viene sconfitta per 3-1 in casa dell’Atalanta perdendo punti dal Milan e dall’Inter e rischiando di subire il sorpasso, questa sera, dalla Lazio impegnata nel derby romano.

E’ una partita assai nervosa (specie nel finale) quella che va in scena all’Atleti Azzurri d’Italia tra Atalanta e Napoli. I partenopei vogliono riscattare il 5-1 della scorsa annata che causò tante polemiche da parte dei tifosi mentre i nerazzurri vogliono riprendere lo straordinario ruolino di marcia di inizio stagione. La squadra di Del Neri si schiera in attacco con il tridente formato dall’esperienza di Doni e Vieri affiancati da Floccari, i tre di centrocampo sono Ferreira Pinto sulla destra, De Ascentis al centro a dare copertura alla difesa e Padoin a sinistra, l’ex di turno Garicsè sulla fascia destra di difesa mentre sulla sinistra c’è Bellini ed al centro Rivalta e Manfredini, in portal’altro ex azzurro, il napoletano Coppola. Reja invece si affida in attacco al “Tanque” Denis sostenuto da Lavezzi, i cinque di centrocampo sono Vitale, Blasi, Gargano, Hamsik e Maggio mentre la difesaa treè formata da Contini, Cannavaro e Santacroce, in porta Iezzo.

La partita è combattutissima e a dimostrarlo sono: uno scontro tra Denis e Bellini con l’argentino costretto a lasciare il campo per Zalayeta e il nervosismo dopo lo scontro tra Contini e De Ascentis, in mezzo tentavi vani delle due squadre, si va al riposo sullo 0-0. Il secondo tempo vede subito i nerazzurri pericolosi con Ferreira Pinto che non serve Vieri libero in areae si fa parare il tiro, maè solo il preludio del goal che arriva al 62’ con lo stesso Ferreira Pinto che mette in tilt la difesa azzurra e deposita in fondo al sacco. Al 66’ viene espulso per secondo giallo Zalayeta e l’Atalanta sembra avere il controllo della gara. Ma al 71’ accade ciò che fa’ infuriare i nerazzurri: Manfredini in scivolata coglie il pallone su Lavezzi ma l’arbitro ritiene sia calcio di rigore, che Hamsik trasforma spiazzando il portiere. Il capitano dei nerazzurri Doni protesterà fino alla fine della gara. La partita sembra debba finire così ma accade l’insperato per i nerazzurri che al 43’ passano in vantaggio: Manfredini batte una punizione che Gargano devia nella sua porta battendo il suo stesso portiere, per il Napoliè la seconda autorete nelle ultime tre partite. Al 46′, poi, Floccari sfrutta un’ottima azione di Ferreira Pinto sulla fascia e batte il portiere partenopeoper il 3-1 finale.

Il migliore in campo dei campaniè sicuramente Lavezzi, l’unico capace di tenere alto l’onore della squadra di Reja che subisce una sconfitta non rispettantei valori visti in campo nelle precedenti gare, il peggioreè invece Vitale, capace, con i suoi sbagli, di causare almeno due delle reti nerazzurre probabilmente a causa di inesperienza.

Tra le fila dei bergamaschi i migliori sono Ferreira Pinto e Doni, l’uno capace di mettere in ansia la difesa partenopea per tutta la gara essendo protagonista anche dei goal della sua squadra, l’altro che con la sua grinta riesce a portare la squadra alla vittoria, il peggiore dei nerazzuri è Vieri, il quale sembra stanco ed appesantito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico