San Giorgio a Cremano - San Sebastiano al Vesuvio

San Sebastiano al Vesuvio: premio alla carriera Assoimpero

un momento delle premiazioniSAN SEBASTIANO AL VESUVIO (Napoli). Con una serata ricca di premiandi e premiati convenuti, per l’invito rivolto da “Assoimpero”, nella villa comunale di San Sebastiano al Vesuvio, si è svolta la consegna dei riconoscimenti che l’Associazione di imprenditori, presieduta da Ciro Di Dato, ha ideato: il “1 Premio Nazionale alla Carriera”.

Assoimpero, nata il 14 febbraio 2005, grazie alla conduzione di Ciro Di Dato e del suo staff di collaboratori, ha già risposto, nel breve periodo di attività, alle numerose aspettative per le quali è stata costituita. Salvaguardia, riscoperta e divulgazione della cultura, impresa, innovazione, educazione, difesa del territorio e delle tradizioni sono solo alcuni degli impegni che Assoimpero è certa che possano essere utili per una rinascita economica del nostro Paese. L’associazione si è posta lo scopo di aggregare le forze imprenditoriali per sviluppare le potenzialità sociali, economiche, culturali ed etiche delle aziende e dei professionisti associati, per poter agire sul territorio in maniera incisiva sotto tutti i punti di vista, per dare voce a chi da solo non viene ascoltato, sta mettendo in atto una serie di iniziative che stanno offrendo i loro frutti. Non ultima la partecipazione a sostegno del primo “Festival del Gusto” che, nato dall’idea di Edoardo Lanza, ha richiamato l’attenzione di tanti imprenditori sin dalle prime tappe fino a divenire, in qualche mese, un evento nazionale per la richiesta di partecipazione e svolgimento di nuove edizioni nei territori di Sicilia, Basilicata, Umbria e la stessa Campania che, toccando le sue cinque provincie, ha dato il primo impulso propulsivo allo sviluppo e successo dell’iniziativa.

Nel contesto di tanti premi assegnati da una apposita qualificata giuria a tanti personaggi della vita produttiva italiana il primo grande premio va assegnato proprio a Di Dato per l’opera sin qui svolta e per l’impegno con il quale si accinge a proseguirla. Alla serata, coordinata da Giovanna Panìco, presentata dalla brava professionista Antonella Petitti, che ha mirabilmente condotto la consegna dei premi ai personaggi, intervistandoli e facendo notare al numeroso pubblico le singole motivazioni per il conferimento dei premi alla carriera, hanno preso parte anche ospiti musicali che hanno allietato la kermesse. In particolare è stata da tutti apprezzata e fortemente applaudita la voce di Annalisa Martinisi che ha interpretato vari brani di classiche canzoni napoletane in lingua francese. È proprio la particolarità della traduzione in francese di storiche canzoni napoletane che con il suo fascino, sentimento, perfetta voce e bravura la Martinisi propone anche all’estero, che ha risposto allo slogan di “Assoimpero”: “Per l’Impresa che guarda al futuro” riproponendo ovunque la cultura del popolo napoletano ed una diffusione dei valori che la Campania possiede.

Con passione e sentimento, in più momenti della serata, è intervenuto il coinvolgente cantante-autore Iacentino che con il suo gruppo ha interpretato con perfetta similitudine brani di Peppino Di Capri. Applausi come in tante altre occasioni con apprezzamenti a viva voce del pubblico anche per il soprano Imma Iovine. Anche alcuni premiati non hanno potuto sottrarsi agli incitamenti del pubblico ed hanno per l’occasione offerto un flash della loro grande professionalità. Carlo Missaglia ha recitato un brano del repertorio di Peppe Viola e lo stesso Viola ha interpretato sue poesie e versi espressivi della vivacità, briosità e simpatia del popolo napoletano. La Petitti, affiancata dalle attraenti vallette Ilaria Giglio e Claudia Monacella, ha chiamato sul palco i premiati iniziando dal primo cittadino della cittadina ospitante l’evento, Giuseppe Capasso. Il sindaco Capasso, rivolgendo un saluto ai presenti, ha ringraziato per l’inaspettato premio assegnatogli e consegnatogli da Ciro Di Dato ed entrambe hanno iniziato a consegnare targhe ed attestati ai premiati.

Hanno ricevuto il “Premio Assoimpero alla Carriera” categoria comunicazione: Giuseppe De Girolamo e Paolo Perrotta; categoria efficacia: Guglielmo Caruso, Giancarlo Esposito e Gennaro Maraucci; categoria finanza: Gennaro Sannino e Raffaele Punzo; innovazione: Nando Scognamiglio; alla carriera, sviluppo impresa e passaggi generazionali: Aldo De Giorgio, Ciro Fiengo e Raffaele Maggi; sviluppo sostenibile: Emma Buondonno; cultura: Carlo Missaglia, Pina Varriale e Peppe Viola; alle associazioni: Carlo Postiglione; Assoimpero storia politica: Luigi Di Dato e premio Assoimpero alla Carriera per vari meriti: Edoardo Lanza, Alberto Alovisi, Giuseppe Di Napoli, Claudia Corinna Benedetti, Michele Lo Muto, Gennaro Imperatore, Carmen Cafaro, Immacolata Iovine e Lidia Merola direttrice del mensile di cultura enogastronomica “Obiettivo”. Per la consegna dei premi sono intervenuti anche il maestro Espedito De Marino presidente associazione “Aglaia”, Francesco Del Mercato avvocato, Nicola Paone presidente premio “Ad Haustum Doctrinarum”, Teresa Bianco avvocato, Vincenzo Cuomo storico civile e militare, Arturo Fiore giornalista Albatros, Paola Bovier e Franco Di Spirito sovraintendenza beni culturali di Napoli, Antonio Viola promotore finanziario barclays, Domenico Filosa presidente regionale Unipam – panificatori, Giuseppe Chirico colonnello Esercito Italiano, Marinella Cammarota giornalista Posk e Luigi Scarfato maresciallo nei carabinieri.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico