Campania

Marcianise rende onore ai protagonisti della boxe

Marcianise, Terra di PugiliMARCIANISE (Caserta). La città di Marcianise si prepara a rendere onore allo sport per la quale è conosciuta in tutto il mondo. Giovedì 20 dicembre, alle ore 19, presso il Teatro Ariston, si terrà la manifestazione “Marcianise, Terra di Pugili”.

Sarà una serata dedicata alla storia del pugilato marcianisano: agli atleti, agli sportivi ed a tutti i personaggi che hanno reso Marcianise la città punto di riferimento internazionale della boxe. Hanno dato già adesione alla manifestazione, il presidente nazionale della Federazione Pugilistica Italiana Franco Falcinelli, il responsabile del settore tecnico della Fpi Francesco Damiano, ed altri personaggi che hanno fatto la storia del pugilato italiano. Alla kermesse parteciperanno, inoltre, le massime autorità istituzionali civili e militari della provincia di Caserta. Gli ultimi riconoscimenti del pugilato di Marcianise, che hanno avuto gli onori dei mass media mondiali, sono state le due medaglie conquistate ai recenti Campionati Mondiali di Chicago 2007: l’oro nei massimi (prima volta per un italiano) conquistato da Clemente Russo e l’argento ottenuto da Domenico Valentino. Entrambi gli atleti parteciperanno alle Olimpiadi di Pechino 2008. Ma la storia della boxe di Marcianise è suggellata da tantissimi successi, tanto da diventare negli anni oggetto di studi da parte di esperti giornalisti del calibro di Gianni Brera e di registi cinematografici che hanno realizzato lungometraggi e cortometraggi oltre che documentari. L”attività pugilistica inizia nel 1945 con il maestro Clemente De Cesare, che fonda una palestra frequentata da decine di ragazzi molti dei quali si affermano in campo regionale e nazionale. Tra gli altri, Antonio Ievoli e Salvatore Bizzarro. Quest”ultimo raccoglie il testimone del maestro e negli anni “70, con la palestra Zinzi, riesce a portare alla ribalta decine e decine di atleti tra i quali Antonio Maltempo, campione italiano dilettanti, Pasquale Arini, Angelo Bizzarro, Pasquale Magno, campione italiano novizi, Domenico Musone e Procolo Bizzarro, tutti passati, poi, professionisti. Per i colori della Zinzi combatte” anche Tommaso Russo, campione del mondo dei pesi medi nel “91 a Sydney. Nel 1978 nasce la Excelsior Marcianise, che diventa una nuova fucina di campioni sotto la guida del suo animatore e insegnate di boxe, Brillantino. Nel corso degli anni l”Excelsior diventa la società italiana dilettantistica più titolata, imponendosi con propri atleti nei campionati italiani dilettanti con Domenico Raucci nel 1980 e poi con Salvatore Ferraro, Mario Di Lernia ed il medio massimo Angelo Musone, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984. Anche nel professionismo pugili marcianisani si sono fatti valere come Michele Delli Paoli, che arrivò a detenere il titolo di campione intercontinentale junior Wbc nella categoria pesi leggeri e che dovette abbandonare la disciplina sportiva per via di un infortunio alla mano. Marcianise vanta, poi, anche due campioni di boxe d”oltreoceano tra i suoi concittadini. Nel 1964 John Bizzarro combatté per il titolo mondiale dei welter contro Rudy Ortiz ed il fratello Lou che nel maggio del 1976 fu battuto sempre nella stessa categoria dal panamense Roberto Duran in Pennsylvania.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico