Campania

Botti illegali, numerosi sequestri in Campania

Sequestro botti illegali della Guardia di Finanza NAPOLI. I botti illegali sono un problema serio che si ripresenta, puntualmente, ogni fine anno. La Campania è una delle regioni più legate alla tradizione di “sparare” la notte di San Silvestro…e non solo.

Il pericolo, quest”anno, non è rappresentato soltanto dai danni fisici alle persone ma anche dagli incendiche i botti possono provocare alle tonnellate di immondiziapresenti nelle strade, coinvolgendo le civili abitazioni e gli edifici pubblici. A Napoli città e nella zona dell”agro aversano, in provincia di Caserta, i rifiuti in queste ore si stanno raccogliendo ma è improbabile che i territori saranno completamente ripuliti per la notte di Capodanno.

Ecco perchè in questi giorni vi è un”attività frenetica della Guardia di Finanza che ha sequestratonumerose quantità di fuochi non a norma di legge. L’ultimo è avvenuto ieri in cui le Fiamme Gialle hanno requisito 2,5 tonnellate di materiale pirotecnico tra cui numerosi ordigni artigianali chiamati “”A bomba Finanziaria” che contenevano circa un chilo ciascuna di miscela esplosiva. Risale a qualche giorno fa un altro sequestro di botti illegali nascosti in una scuola materna di Afragola, vicino Napoli. Il custode dell’istituto, approfittando della chiusura per le festività natalizia, aveva nascosto nelle aule e nel locale caldaia tre quintali di fuochi.

Non mancano le iniziative pubbliche per contrastare questa tendenza, dopo uno spot tv e gli sms, contro l”uso di botti illegali arriva infatti anche un numero verde (800343435) al quale i cittadini di città e provincia potranno segnalare i venditori di fuochi non a norma. “Nonostante le cifre ci indichino che il numero degli incidenti dovuti a botti pericolosi negli ultimi anni è in diminuzione – spiega l”assessore della provincia di Napoli alla Protezione Civile, Francesco Emilio Borrellipurtroppo i venditori abusivi di fuochi pericolosi sono ancora numerosi, soprattutto a Napoli ed in provincia. Grazie alle segnalazioni saremo in grado di intervenire in modo tempestivo ed efficace”.

Intanto, in provincia di Caserta, il sindaco della città capoluogo Nicodemo Petteruti ha emanato un’ordinanza per la vendita di fuochi artificiali. Stesso provvedimento che hanno adottato anche altri primi cittadini. Ma il “premio originalità”, va al sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, che ha invitato i cittadini a “conservare” i botti .“Chiedo ai miei concittadini, nell’augurare a tutti un sereno 2008 senza ‘monnezza’, di non sparare alcun tipo di petardo la notte di San Silvestro, bensì di ‘conservarli’ per quando la città sarà ripulita in modo da poter festeggiare tutti insieme, con bengala e giochi pirotecnici, il nuovo anno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico