Italia

Eutanasia, Eluana Englaro deve ancora vivere

Eluana EnglaroLECCO. Eluana Englaro, la ragazza in stato vegetativo da 15 anni deve continuare a vivere. Questoè quanto ha chiesto il sostituto procuratore generale della Cassazione Giacomo Caliendo, …

…sollecitando, davanti alla prima sezione civile della Suprema corte, il rigetto del ricorso presentato dal padre della ragazza, Beppino Englaro, contro il decreto emesso dalla Corte d’Appello di Milano il 16 dicembre dello scorso anno. Il procuratore generale fonda le sue motivazioni sulla base di quanto disposto nella nostra Costituzione, ossia la tutela primaria del bene vita. Nella requisitoria, dichiara: “Il trattamento al qualeè sottoposta Eluanaè difficile qualificarlo come trattamento sanitario, in quanto si tratta soltanto della somministrazione del nutrimento. Chiedo il rigetto del ricorso avanzato dal padre e dalla curatrice della ragazzaperché il nostro ordinamento tutela più di ogni altra cosa, il valore supremo rappresentato dal bene della vita, ancor più del valore della dignità umana: la decisione se vivere e morire e come vivere e morire, deve essere lasciata alle persone direttamente interessate e non ad altri”. La giovane lecchese, in coma vegetativo dal 18 gennaio 1992, a seguito delle gravi ferite riportate in un incidente stradale, prima di cadere in coma aveva ripetuto a genitori ed amici di non voler essere mantenuta in vita artificialmente qualora si fosse trovata in quelle condizioni, dopo che un suo caro amico era entrato in coma a seguito di un incidente avvenuto un anno prima del suo. Il suo caso ricorda quello dell’americana Terry Schiavo, con l’unica variante che il marito era favorevole alla sospensione dei farmaci e i genitori no.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico