Cesa

Crisi profonda del commercio locale

 CESA. Il commercio cesano vive una crisi profonda, ormai da anni. Problemi di viabilità, massiccia presenza di ambulanti irregolari e pubblicità selvaggia sono le cause principali della paralisi del settore, che da alcuni anni a questa parte soffre di un cronico abbandono da parte delle istituzioni.

Antonio Mariniello, presidente dell’associazione dei commercianti di Cesa, dopo varie richieste inoltrate all’assessore al commercio Eugenia Oliva, ha portato le istanze della categoria anche al sindaco Vincenzo De Angelis in un incontro tenutosi giovedì scorso. “Combattere il commercio abusivo, favorire la viabilità lungo le strade a maggiore densità di negozi, regolamentare l’affissione di manifesti e pubblicità sono le priorità dei commercianti”, spiega Mariniello, che aggiunge: “E’ ora che le istituzioni ci diano una mano per risollevare il commercio dalla pesante caduta in cui è incappato”. Concorde su molti aspetti del problema il sindaco De Angelis, dimostratosi molto disponibile e aperto alle richieste dei commercianti. “Già dalla settimana prossima – continua Mariniello – il sindaco ha assicurato che cominceranno controlli a tappeto dei vigili urbani e se occorre della guardia di finanza per contrastare le scappatoie degli ambulanti irregolari”. La lotta all’abusivismo sembra infatti essere la priorità assoluta dei commercianti che accusano il duro colpo della concorrenza illegale. Ma c’è dell’altro: viabilità e parcheggi, altro grande fardello del commercio cesano, sono senza dubbio il fastidio maggiore per chi vede sottrarsi clienti a causa del traffico. A questo proposito tre saranno gli interventi: la revisione completa del piano della viabilità da realizzarsi con un esperto del settore per cercare di portare, ove possibile, le strade a senso unico, la chiusura di via Marconi per il periodo primaverile ed estivo e infine la chiusura al traffico del centro storico una volta al mese, in cui potrebbe svolgersi la fiera dell’antiquariato e dell’artigianato. Non meno importante sarà la regolamentazione delle affissioni e dei volantini commerciali, le cui cifre ricavate potrebbero essere utilizzate, secondo indiscrezioni, per la realizzazione di una nuova edizione dell’Estate a Cesa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico