Aversa

Revisori dei Conti, vittoria della minoranza

RosatoVittoria della minoranza nelconsiglio comunaledi Aversa. L’interrogazione depositata soli due giorni fa sulla questione dei Revisori dei Conti, primo firmatario Domenico Rosato, ha costretto il Sindaco Ciaramella e la sua maggioranza a convocare con procedura d’urgenza l’assise per eleggere finalmente e legalmente il collegio dei Revisori dei Conti.

Il testo dell’interrogazione:

“Interrogazione a risposta orale al Sig. Sindaco della città di Aversa

I sottoscritti Consiglieri,

rilevato che nel mese di giugno il TAR ha dichiarato illegittima per palesi e ineliminabili motivi la delibera di Consiglio Comunale di nomina del collegio dei Revisori dei Conti,
rilevato
che avverso tale sentenza la Giunta Municipale ha deciso di ricorrere al Consiglio di Stato,
constatato
che ciò determina di fatto che l’ente comunale è privato da mesi di questo importante organismo di controllo economico e gestionale, con possibile grave danno all’ente stesso per aver assunto nel frattempo atti senza il conforto ed il confronto con tale fondamentale organo di controllo,
rilevato
altresì che è nell’agenda delle prossime settimane la discussione dei conti consuntivi, atto fondamentale per assicurare l’equilibrio economico e finanziario dell’ente per il quale è obbligatoria l’acquisizione del parere dell’organo di revisione,
considerato
che un parere su tale atto può essere pienamente espresso solo se l’organo dei Revisori dei Conti è messo in condizione materiale di valutare lo stato economico e finanziario con cura ed attenzione, nonché che tale valutazione deve essere frutto di una attività di monitoraggio continua e costante,
denunciato
che tale stato mette a grave rischio la legittimità degli atti adottati ed adottanti dell’ente comunale ed espone all’ancor più grave rischio di rompere l’equilibrio economico e finanziario dell’ente stesso.
rilevato
che a comunicazione scritta sugli stessi argomenti di questa interrogazione del Consigliere Comunale Rosato diretta alla sua persona e p.c. al Presidente del Consiglio ed al Prefetto, non sono seguite né risposte, né atti conseguenti in accoglimento dei gravi fatti denunciati.

Chiedono al Sig. Sindaco

perché la Giunta Municipale ha deciso di ricorrere al Consiglio di Stato avverso una sentenza che si riferisce ad elementi palesi di illegittimità, determinando un blocco funzionale dell’ente e un certo ed evitabile ulteriore aggravio di spesa per oneri processuali, mentre sembrerebbe logico, opportuno ed economico evitare un giudizio di praticamente certa soccombenza
perché il Consiglio Comunale non è chiamato immediatamente ad eleggere regolarmente e legittimamente l’organo dei Revisori dei Conti,
quali atti ha posto in essere per non aggravare sulla collettività i costi (2.500 euro irrogati dal TAR, più le spese di resistenza in giudizio) della produzione di un atto illegittimo, imputandoli viceversa e giustamente direttamente ai soli responsabili dell’illegittimità.

I Consiglieri Comunali

Rosato

Santulli

Gatto

Pellegrino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico