Trentola Ducenta

Abusi edilizi, Perfetto e Marino chiariscono: Non siamo contro lo sviluppo

Luigi PerfettoTRENTOLA DUCENTA. Continua la polemica sui presunti abusi edilizi nel centro storico di Trentola Ducenta, in particolare per ciò che riguarda l’abbattimento di un fabbricato sito in via Roma, una delle principali arterie cittadine.

Il problema è stato sollevato nelle ultime settimane dal gruppo di opposizione “Libertà con il Polo” ed ha visto un botta e risposta tra la stessa minoranza e il sindaco Nicola Pagano. Durante la conferenza stampa dello scorso 25 luglio, i consiglieri del centrodestra affermarono che “con una semplice Dia (dichiarazione inizio attività) si è proceduto all’abbattimento di un palazzo in pieno centro storico. Non crediamo sia legale e non vogliamo che certi atteggiamenti, se non repressi, possano diventare esempio per altri cittadini e, pertanto, una cattiva abitudine. Premesso che noi non siamo contro le persone, ma contro il sistema, vogliamo dire all’ufficio tecnico di finirla di fare il bello e il cattivo tempo in materia edilizia”. Immediata era la replica del primo cittadino Pagano, secondo il quale è tutto in regola: “Io faccio il sindaco, non sono un tecnico, e pertanto mi fido dell’ufficio tecnico comunale. Comunque, c’è una legge, la numero 380, recepita dalla legge regionale numero 19 che, Raffaele Marinoall’articolo 2, consente l’abbattimento e la ricostruzione anche con una semplice Dia, mantenendo lo stesso impianto volumetrico. C’è anche un decreto ministeriale che consente l’elevazione dell’altezza”. E proprio su queste problematiche di carattere tecnico, Pagano invitava l’opposizione ad un confronto: “Nella minoranza ci sono professionisti come gli architetti Marino e Perfetto in grado di affrontare un dibattito con noi sull’argomento. Da parte nostra c’è tutta la disponibilità”. Ed ora, a commentare, sono proprio i consiglieri di minoranza Raffaele Marino e Luigi Perfetto, che premettono: “Onde evitare eventuali strumentalizzazioni sulla vicenda, vogliamo chiarire che noi non siamo contro il singolo cittadino che effettua una ristrutturazione, tanto meno siamo contro la riqualificazione edilizia di Trentola Ducenta. Magari potessimo avere un centro urbano, soprattutto il centro storico, nuovo di zecca. Come già esaurientemente espresso dal nostro capogruppo Giuseppe Apicella, noi del centrodestra siamo contro un ‘sistema’, che potrebbe arrecare danni alla cittadinanza e creare cattive abitudini”. I due professionisti, a questo punto, commentano le parole del sindaco Pagano: “Da parte del primo cittadino c’è stata una non corretta interpretazione circa l’illegittimità dell’abbattimento del fabbricato in via Roma. Entrambi, essendo tecnici, conosciamo bene la normativa in materia e non ci saremmo mai sognati di rivolgere delle accuse all’amministrazione comunale se non avessimo avuto riscontri legislativi su una questione che è sotto gli occhi di tutti e per la quale, dunque, sono inutili dei convegni ad hoc”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico