Campania

Castelvolturno abbattimenti capi bufalini

BufaleCASTELVOLTURNO. Il Tar ha emesso finora 59 sentenzea favore degli allevatoriche sono coinvoltinelle ordinanze di abbattimento. Da questa sentenza si evince che tutte le disposizioni emanate dalla competente autorità sanitaria, suordinananza regionale e del ministero alla salute, sono state disattese grazie all’intervento del tribunale amministrativo che ha rigettato, radicalmente la strutturazione normativa del piano di eradicazione della brucellosi, messa a punto dalla stessa Regione Campania.

Ma non è ancora finita, infatti ad ottobre prossimosono attesealtre20 sentenze del Tar presumibilmente – constatato l’indirizzo di fondo – favorevoli alle aziende ricorrenti contro gli abbattimenti. La questione, dunque, sembra volgersi verso l’incertezza e la la possibilità di avere un piano di abbattimento condiviso e chiaro.Itempi, purtroppo, sono brevissimi, la giunta, entro ottobre dovrebbe deliberare il nuovo piano predisposto dagli uffici competenti per scongiurare l’intervento dei tre commissari ad acta come previsto dal Tar. Su questa possibilità pare che vi sia la verifica della maggioranza che sostiene il governatore Bassolino in programma a settembre. In conclusione, nessuna giunta in uscita si assumerebbe l’onere di varare un provvedimento così incidente sul settore zootecnico. Spetterebbe al nuovo esecutivo decidere, sebbene, in questo caso, si sarebbe fuori tempo massimo per l’arrivo dei commissarie la redazione del piano.Su queste basisul compartodell’intero territorio campano sipotrebbe delineareun periodo di status quo, nel contempo la brucellosi continua ad esistere come malattia con contagi che sfiorano anchela metà dei capi bufalini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico