Caserta

Sindaci del Casertano uniti contro l”emergenza rifiuti

 CASERTA. Il giorno dopo l’appello del Presidente della Repubblica,Giorgio Napolitano, sull’emergenza rifiuti (“Faccia ciascuno la sua parte con senso di responsabilità”), numerosi Sindaci dei Comuni del Casertano (fra i quali, Aversa, Carinaro, Castel Volturno, Macerata Campana, Orta di Atella, San Marcellino, Sant’Arpino, Succivo, Teverola, Villa Literno), si uniscono per fronteggiare la grave situazione.



Questo il documento comune firmato dai Sindaci

È giunta l’ora che noi Sindaci Campani ci assumiamo le nostre responsabilità istituzionali, abbandonando controproducenti opposizioni alle decisioni dello Stato Italiano. “La situazione dei rifiuti è tragica”. Lo ha detto ieri il Capo dello Stato, lo ripetiamo noi oggi a gran voce e tutti uniti contro l’emergenza, contro le illegalità, contro l’inquinamento delle nostre terre, che non è figlio degli impianti di termovalorizzazione, ma piuttosto dell’attività criminale che gestisce (e che per anni ha gestito) in modo illecito il ciclo dei rifiuti, proprio approfittando di tali situazioni di emergenza. È opportuna ora “un’azione risoluta, senza cedere alla disinformazione e alla demagogia, contro cieche resistenze a decisioni improrogabili e contro palesi illegalismi”. “Nulla può coprire un complessivo, fatale ritardo – provincia per provincia – nell’indicare soluzioni valide per un problema elementare e vitale che solo in Campania è rimasto irrisolto fino a dar luogo a rischi gravissimi per la collettività”. Noi tutti abbiamo intenzione di mettere in campo il massimo impegno per la difesa del nostro territorio, ma nel rispetto delle decisioni istituzionali, soprattutto in un fase di emergenza come quella che stiamo vivendo. Nella convinzione che la via istituzionale, seppur accettata in certi casi a malincuore, è sempre preferibile al caos, alla illegalità, alla mancanza di organizzazione. Sempre meglio avere i termovalorizzatori, i siti di stoccaggio, piuttosto che lasciare i rifiuti in strada e vederli bruciare ogni notte sotto la finestra della propria camera da letto. Rinnoviamo infine l’appello ai cittadini: “Non è il momento di un processo alle responsabilità, non è il momento di abbandonarsi a ogni sorta di timori e di chiusure respingendo decisioni divenute oggi indispensabili e senza concrete alternative se non si vuol vedere la Campania precipitare in un disastro ecologico e sanitario, con pesanti ripercussioni sulle prospettive dell’economia e del lavoro. Per non parlare di assurdi atti di vandalismo, che possono solo innescare ulteriori rischi per la sanità pubblica”. “Faccia ciascuno la sua parte con senso di responsabilità”, così ci ha esortato il Presidente della Repubblica Italiana. Noi siamo pronti. E chiediamo, in nome del futuro delle nostre terre, in nome della salute dei nostri figli, che tutti (amministratori e cittadini) facciano la loro parte.

I Sindaci di Aversa, Carinaro, Castel Volturno,
Macerata Campana, Orta di Atella, San Marcellino,
Sant’Arpino, Succivo, Teverola, Villa Literno.
(in queste ore, l’appello è sottoposto ad altri Sindaci, che potrebbero nel frattempo aderire)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico