Società

Aversa, 40mila euro all’anno di fitto per un archivio comunale: perché non utilizzare strutture in disuso?

di Antonio Arduino

Aversa (Caserta) – In tempo di ristrettezza economica sarebbe utile che la città risparmiasse i circa 40mila euro all’anno per l’affitto di un locale in via Nobel, confinante con l’attuale caserma della Guardia di Finanza, dove da oltre 20 anni è presente un deposito di atti comunali, in pratica un archivio comunale. – continua sotto –

Disponendo di strutture di proprietà della città che potevano essere utilizzate allo scopo, nel marzo 2013 Salvino Cella, che l’anno prima fu candidato sindaco, segnalò il problema all’allora amministrazione comunale, con un’interrogazione, nella speranza che si trovasse una soluzione.

Soluzione praticamente arrivata con l’amministrazione De Cristofaro, insediatasi nel 2016, che aveva ipotizzato di utilizzare la scuola abbandonata di via San Lorenzo, confinante con l’attuale commissariato della Polizia di Stato, per trasformarla in archivio comunale dopo un opportuno recupero strutturale, realizzabile allo stesso scopo per la mai usata “Casa dello Studente”. Probabilmente sarebbero stati spesi più di 40mila euro per quei lavori ma di sicuro l’Ente locale si sarebbe sgravato di una spesa che, ancora oggi, deve sopportare.

Un progetto finito nel dimenticatoio con la fine anticipata di quella amministrazione e che oggi non sembra essere stato ripreso. Se così fosse, probabilmente, sarebbe il caso di prendere in considerazione l’idea giacché in questi tre anni di amministrazione Golia per l’affitto di quei locali che, stando ai “si dice”, sono ancora in affitto, pur disponendo di locali di proprietà, la città avrebbe già speso 120mila euro utilizzabili a favore dei cittadini.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico