Politica

Aversa, maggioranza battuta in Consiglio su riduzione suolo Università: Criscuolo vota contro

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – Seduta di Consiglio comunale ad alta tensione quella del pomeriggio di lunedì, tenuta in seconda convocazione non avendo la maggioranza i numeri necessari per celebrarla in prima. Oltre tre ore di discussione sulla decisione della riduzione del suolo da cedere all’Università Vanvitelli, in via della Repubblica, da 40mila a 15mila i metri quadrati. – continua sotto – 

«Il Consiglio comunale – aveva spiegato in proposito il vicesindaco Marco Villano, che detiene le deleghe pesanti ad Urbanistica e Lavori pubblici – aveva deciso di cedere all’ateneo 40mila metri quadrati di suolo in via della Repubblica, in pratica l’area in cui veniva effettuata la fiera settimanale nel passato. Da parte sua, l’università si impegnava a realizzare alcune opere di utilizzo collettivo. Ora, invece, avendo ricevuto noi come comune finanziamenti per la forestazione e per la realizzazione di strutture sportive che potremo gestire direttamente, riduciamo il suolo da cedere alla Vanvitelli».

Una decisione che non era stata digerita all’epoca, nel novembre scorso, anche al di fuori degli ambienti strettamente politici e che ora è ritornata alla ribalta rinfocolando una polemica che non si era mai del tutto sopita. Circostanza confermata dal dibattito che si è sviluppato con toni a tratti accesi, soprattutto tra la consigliera Pd Eugenia d’Angelo e l’assessore Villano.

Sull’argomento diversi gli interventi con distinguo anche in seno alla stessa maggioranza che, alla fine, non ha avuto la forza di far passare la proposta. 12 a 12 il risultato finale. Da evidenziare il voto contrario della consigliera Clotilde Criscuolo. Voto che, al di là dei numeri, dà un segnale chiaro e preoccupante al sindaco Alfonso Golia in vista dell’approvazione del bilancio preventivo 2022. – continua sotto – 

In apertura si era affrontata la richiesta – avanzata dai consiglieri Gianluca Golia, Francesco Di Palma e Luigi Dello Vicario – di dare vita ad un presidio fisso di Polizia municipale in uno dei locali al piano terra di Palazzo Rebursa. La richiesta è stata bocciata, non prima di siparietti gustosi tra il consigliere Oliva e l’assessore Giovanni Innocenti sulla qualifica di agente di pubblica sicurezza per gli agenti di polizia municipale.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico