Società

Aversa, disabilità e autismo: nel parco della Maddalena una “Fattoria della Salute”

di Antonio Taglialatela

Aversa (Caserta) – Una “fattoria della salute” per persone affette da disturbo psichico e autismo. E’ lo straordinario esperimento di inclusione sociale che sta dando frutti sorprendenti nella “Fattoria Fuori di Zucca” situata nel parco della Maddalena di Aversa dove, martedì 3 maggio, si è tenuto un incontro dal titolo “Sorrisi e Fioriture Oltre il disagio” per fare il punto di un anno di lavoro. – continua sotto –  

L’obiettivo è rispondere alle esigenze delle famiglie e alleviare il senso di vuoto e solitudine che spesso vivono, specie per giovani ed adulti dopo aver assolto l’obbligo scolastico. Tra le attività, è stato realizzato un centro di agricoltura sociale e della salute, con orti sociali e una serra, come ha spiegato ai microfoni di Pupia Pasquale Gaudino, responsabile educativo del progetto.

Presenti all’incontro Carlo Borgomeo, presidente di “Fondazione Con il Sud”, che ha finanziato l’iniziativa insieme al Fondo di Beneficenza di Intesa Sanpaolo, il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, per il quale questo progetto è motivo per guardare al futuro e proseguire nel recupero dell’area dell’ex ospedale psichiatrico della Maddalena.

Moderati dalla giornalista Tina Cioffo, sono intervenuti, tra gli altri, Marco Musella, direttore del Dipartimento degli Studi Umanistici della Università “Federico II” di NapoliMelania Verde, ricercatrice della “Federico II”, Alessandra Corona, educatrice della “Fattoria della Salute”, Francesca Mandato, presidente dell’associazione “Un mondo Blu” onlus, e Giuliano Ciano, presidente della cooperativa “Un Fiore per la vita” che promuove il progetto in partenariato con il Consorzio Nco, le associazioni “La Forza del Silenzio”, “Un Mondo Blu odv”, “Omnia Onlus”, la cooperativa sociale “Terra Felix” e l’Asl Napoli 2 Nord. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico