Politica

Campania, De Luca: “Verso rinvio apertura scuole elementari e medie”

di Redazione

“La Campania resta in zona bianca. È un risultato straordinario”. Lo annuncia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una diretta Facebook. “Abbiamo un indice Rt – dice – dell’1,6%. Siamo la regione più a rischio. Per adesso reggiamo, ma siamo fortemente a rischio”. – continua sotto – 

Scuola, verso rinvio apertura elementari e medie – “Credo che sia irresponsabile – sostiene De Luca – aprire le scuole il 10 gennaio. Credo che in Campania andremo verso la proroga della chiusura dell’anno scolastico, fino a fine gennaio, per le elementari e le medie”. “Per quanto ci riguarda credo che non apriremo le scuole medie ed elementari. In queste ore – spiega – stanno lavorando le nostre strutture sanitarie e credo che a breve si riunirà l’unità di crisi che credo prenderà atto di questa situazione”. “Non ci sono le condizioni minime di sicurezza. Dobbiamo approfittare di questi venti giorni per fare un lavoro straordinario in termini di vaccinazioni. Non arriveremo sicuramente a vaccinare tutti i 400mila bambini nella fascia 5-11 anni, ma – questo l’auspicio del governatore – dobbiamo fare uno sforzo in più. Ad oggi siamo al 10% di bambini vaccinati in questa fascia d’età. In queste condizioni faremo fatica a garantire sicurezza”.

“Italia ha perso tre mesi di tempo senza fare niente” – “Devo constatare con grande amarezza che l’Italia ha perduto tre mesi senza fare assolutamente niente. Ci siamo esaltati e consolati da soli, abbiamo perso mesi preziosi senza prendere misure serie ed efficaci. Abbiamo continuato a seguire la linea delle mezze misure e assunto tempi lunghissimi di decisione”.

“Chiudere gli stadi” – “Noi chiudiamo le discoteche, ma consentiamo la presenza negli stadi per il 50% degli spettatori. Avete seguito i tormenti che hanno coinvolto le squadre in relazione alle misure delle Asl. Si è creato il caos. L’unica cosa seria da fare, se vogliamo contenere i contagi, è bloccare le presenze negli stadi”. – continua sotto – 

“Mercato nero degli antivirali” – Il governatore non ha risparmiato critiche nemmeno sulla distribuzione dei farmaci antivirali: “Dopo il mercato nero dei vaccini, la Campania, come abbiamo sempre denunciato, ha ricevuto meno vaccini di tutte le regioni, ora c’è il mercato dei famaci antivirali. Abbiamo ricevuto 480 colli, all’Emilia 840, al Lazio 1.680 colli se continua così ci rivolgiamo alla magistratura penale perché siamo di fonte ad abusi – ha affermato De Luca – è vergognoso quello che si sta facendo per i farmaci anti virali. Si segue un algoritmo dell’Aifa, dicono. Invito il commissario, il ministero della Salute e il Governo a distribuire i farmaci in proporzione alla popolazione”. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico