Cronaca

Ravanusa, palazzina crolla dopo esplosione: 3 morti e 2 donne estratte vive, si cercano altri dispersi

di Redazione

Tragedia sabato sera a Ravanusa, nell’Agrigentino. Un’ingente perdita di gas nella rete di metano ha causato un’esplosione che ha provocato il crollo di una palazzina di quattro piani, coinvolgendo altri edifici. 3 finora le vittime accertate (si tratta di due donne, Enza Zagarrio e Calogera Gioachina Minacori, e un uomo, Pietro Carmina) mentre due donne, Giuseppa Montana e Rosa Carmina, sono estratte vive dalle macerie. Sono ancora 6 le persone disperse: una assistente sociale trentenne, in avanzato stato di gravidanza, con il marito – che erano andati, ieri, a trovare i suoceri – e altri tre giovani del paese. – continua sotto –

Il sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo, ha spiegato che “per fortuna non ci sono bambini tra i dispersi. La notizia secondo la quale ci sarebbero stati due minorenni tra le macerie della palazzina crollata ora è stata smentita” Un intero quartiere nel centro del Comune – tra le vie della Pace, Galilei, Trilussa e Nuoro – devastato dallo scoppio che, quindi,  non sarebbe stato causato da una bombola di gas, come si pensava in un primo momento. Sono undici, secondo i vigili del fuoco, i palazzi che sono stati interessati dalla deflagrazione.

Secondo le prime informazioni, a fare da innesco alla deflagrazione potrebbe essere stato anche l’ascensore di una delle palazzine, ma i vigili del fuoco non escludono alcuna ipotesi. Sul posto anche le forze dell’ordine e i tecnici dell’Italgas che hanno messo in sicurezza l’area. Alcuni residenti degli appartamenti ridotti in macerie sono riusciti a uscire illesi o lievemente feriti. Le persone evacuate sono già state spostate in alberghi della zona dal comune di Ravanusa.

Il boato è avvenuto verso le 20.30 di sabato sera. Nel paese di oltre 10mila abitanti a 50 minuti di auto da Agrigento e a più di due ore da Palermo, la gente è subito scesa in strada impaurita. La Procura ha aperto un’inchiesta per disastro colposo. IN ALTO IL VIDEO, SOTTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

default
default
default
default
Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico