Cronaca

New York, studente italiano della Columbia University ucciso a coltellate: arrestato membro di una gang

di Redazione

Uno studente italiano della Columbia University, Davide Giri, di 30 anni, è stato ucciso a coltellate non lontano dal campus universitario a New York. E’ successo giovedì sera tra la 123esima strada e Amsterdam Avenue, nei pressi di Morningside Park. L’omicida è stato fermato dalla polizia a Central Park: si tratta di un 25enne. Poco dopo aver assalito Giri, il ragazzo ha accoltellato anche un altro 27enne italiano. – continua sotto –

Giri stava camminando a pochi isolati di distanza dal campus poco prima delle 23 quando è stato pugnalato all’addome. E’ stato dichiarato morto dopo essere stato portato in un ospedale della zona. Poco dopo l’aggressore ha attaccato un turista, un cittadino italiano di cui non sono state rese note le generalità e la cui vita non sarebbe in pericolo. Il killer è stato quindi fermato mentre stava minacciando una terza persona con un coltello.

Davide Giri era originario di Alba, nel Cuneese. Il trentenne – rende noto la versione online della Gazzetta di Alba – era molto conosciuto per le attività di volontariato svolte con la parrocchia di Santa Margherita a Musotto. Giri aveva studiato al Politecnico di Torino, conseguendo anche il dottorato, e si trovava a New York per un master in ingegneria e scienze applicate.

L’assalitore è un uomo del Queens, Vincent Pinkney, membro della gang EveryBody Killer. Dal 2012 è già stato arrestato almeno 11 volte per rapine e altri reati, riporta il New York Post citando alcune fonti. L’accoltellamento è avvenuto a un isolato da Morningside Park, dove nel 2019 è stata accoltellata a morte la studentessa della Barnard University Tessa Majors. – continua sotto –

“Vi scrivo con profonda tristezza per condividere la tragica notizia che Davide Giri, studente della School of Engineering and Applied Science, è stato ucciso in un violento attacco vicino al campus giovedì sera”, ha scritto il preside della Columbia Lee Bollinger in una email agli studenti. “Si tratta di una notizia triste e scioccante”, ha aggiunto.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico