Politica

Covid, De Luca prepara ordinanza: niente feste in piazza e stop aperitivi

di Redazione

Divieto di consumare cibo e bevande, ad esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche e divieto di svolgere eventi, feste o manifestazioni con assembramenti nei luoghi pubblici all’aperto: è questo il contenuto dell’ordinanza numero 27 che il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si appresta a firmare e che sarà in vigore dal 23 dicembre al primo gennaio 2022. – continua sotto –  

Il divieto del consumo di cibi e bevande è previsto per l’intero arco della giornata, ferma restando la possibilità di consumo ai tavoli all’aperto. Per i giorni 23, 24, 25, 31 dicembre 2021 e primo gennaio 2022, inoltre, dalle 11 e fino alle 5 del giorno successivo, ai bar e agli altri esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua.

Con l’ordinanza il presidente della giunta raccomanda “ai Comuni l’adozione, laddove necessario, di provvedimenti di chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale ai sensi delle disposizioni vigenti” nonché di “intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto delle disposizioni vigenti, in particolare nelle zone della movida”. Confermato e ribadito “l’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale, anche all’aperto, in ogni luogo non isolato”.

“Ci giochiamo la tranquillità di famiglie e attività economiche” – “Abbiamo stabilito che non si possono fare feste in piazza, perché nella settimana tra Natale e Capodanno ci giochiamo la tranquillità di vita delle nostre famiglie e la possibilità di tenere aperte le attività economiche. Se lasciamo campo libero agli impazzimenti di questa settimana, noi a fine gennaio ci leccheremo le ferite, avremo migliaia di nuovi contagi. Mi sembra irresponsabile correre questi rischi”. “Allora, un po’ di pazienza e cogliamo questa occasione – ha sottolineato il governatore – per riscoprire gli affetti familiari. Viviamo anche il Natale e il Capodanno nelle nostre famiglie, ma evitiamo di fare cose scriteriate e irresponsabili alla vigilia, andando in giro a migliaia senza mascherine, bevendo dalla stessa bottiglia superalcolici prodotti magari nei quartieri delle nostre città. Evitiamo impazzimenti a Capodanno, quando non si controlla niente”. – continua sotto –  

“Giovani alle 6 di sera già sono fatti di alcolici, serve atto di responsabilità” – “Abbiamo soprattutto fasce giovanili che impazziscono, alle 5 e alle 6 di sera sono già fatti, hanno già bevuto alcolici, superalcolici. Credo che serva un atto di responsabilità”. “Queste decisioni che prendiamo – ha aggiunto – non sono un supplizio per nessuno, sono un appello al senso di responsabilità. Non è che gli alcolici li deve comprare alla vigilia di Natale. Se devi comprare la cassetta di liquori puoi comprarla due giorni prima, non è che devi andare a fare ammuina proprio alla vigilia di Natale con migliaia di persone in mezzo alla strada”.

“In discoteca con green pass e senza affollamenti, altrimenti chiuderanno” – “Per le discoteche valgono le misure già stabilite dal governo nazionale: si entra con il Green pass, si evitano affollamenti, ci sono delle attività vietate e ci saranno controlli rigorosi”. A spiegarlo è il presidente De Luca, interpellato a margine di una riunione del Consiglio regionale. “Invito gli esercenti a essere responsabili. Non è necessario rovinare un’intera generazione di ragazzi per guadagnare 500 euro in più una sera. Quindi – dice – facciamo le persone serie. Se non sarà così, poi anche le discoteche chiuderanno. Quindi, per guadagnare in una settimana 500 euro poi ne perdono 5mila perché stanno chiusi per altri 5 mesi. Credo che tutti quanti ormai abbiamo gli elementi per ragionare con serenità sulla situazione e prendere decisioni responsabili”.

A Napoli nessun evento di Capodanno in presenza – “Non mi pare che a Napoli sia previsto un evento in presenza per il Capodanno”, ha riferito De Luca, il quale ha sottolineato: “Ho incontrato ieri il sindaco di Napoli – chiarisce – e credo sia orientato a non avere nessun evento”. Il presidente della Regione annuncia che oggi sarà pubblicata l’ordinanza che vieta gli eventi in piazza ed introduce nuove restrizioni per il periodo compreso tra la vigilia di Natale e il Capodanno. “Essendoci oggi l’ordinanza, questa – spiega – diventa vincolante per tutti quanti. Quindi probabilmente avremo iniziative trasmesse in video, ma non in presenza”. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico