Politica

Aversa, 11 inquisiti per lancio rifiuti contro De Luca: Potere al Popolo protesta davanti tribunale

di Franco Terracciano

Aversa (Caserta) – Sul marciapiede antistante l’ingresso del Tribunale Napoli Nord, ad Aversa, stamani si è tenuto un presidio informativo del coordinamento cittadino di Potere al Popolo per esprimere solidarietà agli 11 inquisiti dalla Procura perché accusati di resistenza a pubblico ufficiale, violenza, minaccia, manifestazione non autorizzata, aggressione a corpo politico dello Stato. – continua sotto –

I fatti riguardano la contestazione contro il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, risalente al 30 novembre del 2019 quando furono lanciati alcuni sacchetti della spazzatura contro il governatore che si era recato nella casa comunale per la firma di un protocollo per le “Città Sostenibili”. Una vicenda che abbiamo ripreso nei giorni scorsi su queste colonne (leggi qui).

Gli attivisti presenti alla manifestazione di stamattina provenivano da Napoli, Giugliano, Caivano e dall’agro aversano. “Le lotte ambientali non si processano. Solidarietà con gli attivisti inquisiti”, questo il grido che si è alzato forte in difesa degli inquisiti. Hanno preso la parola, poi, attivisti dei gruppi ambientalisti “Kosmos” e “Parete Basta Roghi”.

“E’ paradossale – ha dichiarato Giovanni Papadimitra, di “Parete Basta Roghi” – quello che sta accadendo. Si processano persone che hanno manifestato per la salute dei cittadini e la salvaguardia del territorio e non i veri responsabili dello scempio storico delle nostre martoriate terre. Ecco perché chiediamo con forza giustizia per chi ha espresso solo democraticamente il suo pensiero”. SOTTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico