Politica

“Tribunale di Aversa”, bocciata alla Camera richiesta cambio denominazione: l’ira di Russo (Fdi)

di Daniela Rosato

Aversa (Caserta) – Bocciato alla Camera dei Deputati l’ordine del giorno riguardante il cambio dei denominazione del “Tribunale di Napoli Nord” a “Tribunale di Aversa”. “Purtroppo, il Pd, partito di riferimento del sindaco di Aversa ha bocciato l’ordine del giorno in palese contrasto con quanto affermato dallo stesso in Consiglio comunale”, ha commentato Alfonso Oliva, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, la cui mozione (redatta insieme all’avvocato Fausto Ibello, responsabile Dipartimento Giustizia e Rapporti col Tribunale di Fdi) era stata votata all’unanimità dal Consiglio comunale di Aversa. – continua sotto –

Dopo la bocciatura nell’Aula di Montecitorio, il deputato casertano di Fdi, Giovanni Russo, ha preso la parola e richiamato la maggioranza di governo: “Non è possibile che quello di Aversa sia l’unico tribunale italiano che non abbia il nome della città che lo ospita. Continueremo questa battaglia avviata dall’avvocato Alfonso Oliva e dall’avvocato Fausto Ibello, ho già pronta una risoluzione in Commissione Giustizia e vedremo se la maggioranza continuerà ad abbandonare i cittadini di Aversa, dell’agro aversano e della provincia di Caserta come ha fatto fino ad oggi”.

Nella mozione di Oliva si legge: “Nel corso degli anni, dal 2013 ad oggi, la denominazione ‘Napoli Nord’ ha purtroppo creato tante confusioni e tanti errori di localizzazione della sede effettiva, determinando una lesione del diritto di difesa garantito dall’art. 24. Molte volte ha indotto in errore da un lato gli avvocati per la ‘vocatio in ius’ ed ancor oggi inducono ‘i vocati in jus’ a recarsi per errore nella città di Napoli, perdendo intere giornate e creando disagi a sé stessi ed ai processi che subiscono inutili rinvii”. Inoltre: “In Italia tutti i tribunali prendono il nome qualificativo in prestito dalla città ospitante in cui viene amministrata la giustizia in onore ad essa, ed in virtù di un sinallagma perfetto tra due istituzioni territoriali (comune e tribunale) nonché per una più facile individuazione della competenza territoriale per la vocatio in jus”.

“Oggi più che mai – conclude il consigliere – la nostra Città di Aversa, capoluogo dell’omonimo hinterland aversano, per valore culturale e per la promozione del nostro territorio necessita il cambio di denominazione: Aversa non può e non deve più caratterizzarsi con un nome che addirittura si rifà addirittura ad un’altra provincia: È un ossimoro unico nel suo genere in tutta la nazione! Per questi motivi è costituito il comitato permanente che intende promuovere il cambio della denominazione da Tribunale di Napoli Nord, generica e non identificativa, in quella identitaria di Tribunale di Aversa”. IN ALTO IL VIDEO DELL’INTERVENTO DI RUSSO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico