Politica

Frignano, l’ex candidato sindaco Pagano rinuncia al posto in Consiglio Comunale

di Nicola Rosselli

Frignano (Caserta) – Lunedì pomeriggio era stato sconfitto da Lucio Santarpia. Giovedì si è dimesso. Franco Pagano, già vicesindaco di Gabriele Piatto, sindaco dimissionario nell’estate dello scorso anno, fra le polemiche, per candidarsi al consiglio regionale della Campania, ha deciso di non essere della partita ed ha spiegato anche perché in una lunga missiva ai propri concittadini e al segretario comunale.

«La mia partecipazione alla competizione elettorale – scrive il politico di lungo corso – nasceva da un profondo desiderio: ricoprire la carica di sindaco come epilogo di un costante impegno politico che mi aveva visto più volte, da circa vent’anni, sia nel Consiglio Comunale che in quello provinciale». Insomma, una sorta di avanzamento quello auspicato dal caposala del reparto di pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa, che continua: «Volevo cogliere l’occasione per fare molto di più grazie all’esperienza politica ed umana che mi veniva da tanti anni di impegno. Avevo offerto le ultime mie energie per dimostrare ancora più amore ed affetto alla mia comunità. Ma la democrazia e le decisioni del popolo vanno rispettate anche se sono amare e talvolta ingrate».

Subito dopo l’ex numero due della giunta Piatto passa ad esaminare il voto di domenica e lunedì scorso che lo ha visto giungere secondo su tre contendenti: «Certo, 1916 preferenze non sono poche. E’ un grande segno di stima e di questo ringrazio tutti coloro che hanno voluto onorarmi». Da qui dopo il ringraziamento a questi quasi duemila frignanesi che l’hanno scelto, Pagano pensa a chi si è candidato con lui: «Ringrazio con tutto l’affetto del mio cuore coloro che hanno creduto in me candidandosi nella lista che ho condotto. A loro va tutta la mia riconoscenza, tutta la mia gratitudine ed il mio rammarico per non aver potuto far realizzare anche il loro sogno. Avrei rinunciato a tutto per vederli sorridere e gioire tutti, ma purtroppo non ne ho la possibilità. Posso solo rinunciare all’unica cosa che mi resta: il mio posto in consiglio comunale. Darò spazio almeno ad uno di loro come segno di gratitudine nei confronti di tutti».

Insomma, per Pagano l’unico modo per essere ancora utile al proprio paese, alla propria collettività sarebbe stato quello di essere primo cittadino. Ora, una volta che non è riuscito a raggiungere l’obiettivo prefissato, lascia il testimone a quanti hanno scelto la sua lista per far fare loro esperienza in vista di un futuro ricambio generazionale. Intanto, sulla poltrona di primo cittadino siede, ancora una volta, un personaggio di provata esperienza, Lucio Santarpia, docente presso la facoltà di medicina dell’università Vanvitelli, e già più volte sindaco di Frignano.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico