Politica

Aversa, migliorano condizioni 17enne accoltellato

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – Mentre migliorano sensibilmente le condizioni del 17enne che nella serata di sabato è stato accoltellato nel corso di una rissa in via Roma, sebbene i sanitari del Moscati di Aversa siano stati costretti ad asportargli un rene, la città si interroga su quanto accaduto e a tenere la scena sono soprattutto le richieste di maggiori controlli sebbene il sindaco Alfonso Golia fa appello a tutti affinché facciano la propria parte. – continua sotto – 

A Golia si rivolge con una lettera aperta il consigliere comunale di Fdi Alfonso Oliva che chiede una riunione di tutto il consiglio per poi affermare: «Mi rendo disponibile ad accompagnarla nelle sedi deputate, Questura e Prefettura, e a non scendere dai loro uffici senza avere ottenuto per la nostra Aversa un impegno concreto all’implemento immediato di personale per il Commissariato di Polizia e per la Comando dei Carabinieri. Mi rendo disponibile a scendere con lei già dal prossimo fine settimana nei luoghi della sana movida aversana».

Attiva anche la presidente della commissione consiliare Affari Generali dove ieri si è discusso la bozza del regolamento movida Eugenia d’Angelo: «Come si reagisce a tutto ciò? Creando un perimetro di regole in cui chi vuole esercitare l’attività di somministrazione e bevande ad Aversa deve muoversi. La bozza del Regolamento sulla Movida prevede tra l’altro la responsabilità degli esercenti anche di ciò che avviene al di fuori del loro locale in un raggio minimo di 10 m; la creazione di un Daspo per gli utenti protagonisti di risse; l’insonorizzazione verticale e orizzontale delle pareti dei locali e dei dehors; l’impossibilità per due anni di aprire una nuova attività di somministrazione e bevande in quei terranei dove è stata revocata la licenza ad una precedente attività; la revoca della licenza per alcune specifiche violazioni; il divieto dell’uso del vetro e la possibilità di servire bevande solo in contenitori compostabili con il marchio e il nome del locale; possibilità di “accordi-quadro” per gli esercenti virtuosi con premialità ed incentivi.  Solo per citare alcune delle proposte».

Sulla situazione aversana da registrare la presa di posizione del sindacato Les Polizia che ha incontrato il questore sull’argomento: «E’ assolutamente necessaria l’assegnazione da parte del Ministero dell’Interno di almeno 30 unità al Commissariato di Aversa per garantire un secondo equipaggio della Squadra Volante sul territorio, solo in questo modo si può garantire sicurezza per gli operatori di Volante e un capillare controllo del territorio. Nell’attesa che questo miracolo possa avvenire, abbiamo sollecitato il Questore a predisporre mirati servizi con l’impiego giornaliero di almeno tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania come già avveniva anni addietro, soprattutto nel Comune di Aversa, il quale è ormai frequentato da ogni tipo di ceto sociale proveniente anche da realtà con alto tasso di micro e macro criminalità dei comuni viciniori, che si riversano soprattutto nei fine settimana nella città di Aversa». – continua sotto –

Sul malcostume aversano interviene anche l’ex assessore Gennaro Morra: «Ho visto spostare da cittadini comuni una panchina in marmo per fare posti a tavolini. Aversa sta diventando ogni giorno che passa sempre più simile ad un grande fast food, un grande McDonald’s con tavolini e ombrelloni ovunque, addirittura in via Roma dove sembra che questa amministrazione abbia deciso, praticamente, di abolire una delle due corsie coprendola di tavolini a partire da prima dell’Arco dell’Annunziata sino alla chiesa della Madonna di Casaluce». Morra, che in questo settore della viabilità ha esperienza, ricorda anche che «Alcuni di questi – afferma – non hanno neppure il bagno per gli avventori o un posto idoneo dove preparare i propri prodotti. Sia ben chiaro, non ho nulla contro i commercianti aversani, anzi, ma non si può creare un’Aversa Happy Meal ovunque ci si giri, un far west senza alcuna regola a danno di chi le regole le rispetta. Il tutto con la silente complicità di questa amministrazione».

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico