Cronaca

A Ibiza con documenti falsi: tre uomini fermati alla stazione ferroviaria di Napoli

di Redazione

30 arrestati, 196 indagati e 73.480 persone controllate: questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento Campania, durante il periodo estivo dal 1 giugno al 12 settembre scorso. – continua sotto – 

Sono stati intensificati i servizi istituzionali con l’impiego di 3.670 pattuglie in stazione e 457 a bordo treno, provvedendo a pattugliare, nell’intero periodo, 780 convogli ferroviari. Sono stati predisposti 265 servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori nelle stazioni.  Sono state elevate 321 sanzioni amministrative di cui 98 in materia di sicurezza ferroviaria. Particolare attenzione è stata posta nella stazione di Napoli Centrale nella quale si è registrata una notevole presenza di viaggiatori in partenza o di ritorno dalle ferie estive, nonché per prevenire episodi di aggressioni al personale ferroviario. – continua sotto – 

Il 2 settembre, nella rete dei controlli degli agenti del Reparto Operativo di Napoli Centrale sono incappati tre uomini provenienti dalla Capitale, di rientro da Ibiza. Sottoposti a controllo i tre hanno fornito dei documenti che sono apparsi da subito contraffatti agli occhi dei poliziotti. Si trattava, infatti, di documenti falsi, sui quali era stata apposta la loro fotografia. I tre, tutti napoletani, hanno ammesso di aver acquistato i documenti, muniti della clausola di validità per l’espatrio, per recarsi ad Ibiza. Arrestati, sono stati poi giudicati con rito direttissimo dal Tribunale di Napoli che li ha condannati, il primo, 40 anni, agli arresti domiciliari, il secondo e terzo, rispettivamente 33 e 34 anni, all’obbligo di firma.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico