Politica

Casaluce, Cutillo: “Puntiamo al recupero della credibilità della politica”

di Luigi Viglione

Casaluce (Caserta) – L’appuntamento con le urne per la tornata delle amministrative del prossimo autunno è sempre più vicino. Anche la comunità di Casaluce dovrà votare per il rinnovo del consiglio comunale. La sfiducia dell’opposizione e cinque consiglieri di maggioranza l’anno scorso hanno posto fine all’amministrazione targata Antonio Tatone. L’ex primo cittadino si è riproposto ufficialmente alla guida della città e a contendersi la fascia tricolore ci sarà anche Antonio Cutillo, già a capo del gruppo consiliare “Uniti per Cambiare”. Proprio quest’ultimo ha fatto delle considerazioni sulla passata esperienza amministrativa e illustrato il suo nuovo progetto per Casaluce. – continua sotto –

Professor Antonio Cutillo, lei all’ultima tornata elettorale ha già sfidato Tatone, il cui mandato si è concluso prematuramente dopo essere stato sfiduciato da cinque dei suoi consiglieri. Come valuta l’operato dell’ex primo sindaco? “La linea dura della mia opposizione è indicativa di quanto il mio modo di concepire la politica sia distante da quello dell’ex sindaco Tatone. Più di tutto ho riscontrato un’assoluta resistenza nel creare un dialogo costruttivo tra maggioranza ed opposizione. Il pregiudizio nei confronti dei nostri interventi in consiglio comunale e delle nostre istanze è andato a totale discapito del bene della collettività. Per quanto mi riguarda, il bilancio sulla breve sindacatura di Tatone è del tutto fallimentare: non un’opera, o un progetto che rechi il suo nome, non un pensiero o una decisione genuina e priva del condizionamento di chi meticolosamente e sistematicamente lo ha portato alla gogna politica e alla sfiducia dei suoi. Oggi Tatone si ripresenta come Spartaco che ha spezzato le catene: ma più di 12 anni non vi sembrano un tantino troppi per liberarsi dal giogo?”. – continua sotto –

Molto chiaro. Archiviata questa esperienza e con la situazione pandemica attualmente non grave, è tempo di nuovi progetti: sia lei che Tatone avete già reso note le vostre ricandidature per le prossime comunali di inizio autunno. Ci sono già dei punti programmatici da illustrare alla cittadinanza? “La mia linea programmatica, come più volte ho ribadito, prevede opere fattibili. Coerentemente con i principi ispiratori di UpC, di cui mi onoro di far parte, non amo vendere fumo. Il nostro vecchio programma, che riproporremo con degli arricchimenti, è concreto ed onesto: dalle opere di urbanizzazione, passando per la sicurezza ed il controllo del territorio, senza tralasciare una attenzione particolare per le politiche sociali e per i diversamente abili. Ogni piccolo passo compiuto, se i cittadini mi daranno l’opportunità, sarà una conquista in termini di benessere e decoro. Con tante piccole tessere comporrò il mosaico che più volte ho sognato”. – continua sotto –

Come ha lei stesso sottolineato questi sono i punti che aveva già in mente. Ma quali saranno le novità? “Le do una risposta secca: la vera novità sarà il recupero della credibilità. È necessario che il cittadino riacquisti fiducia nelle scelte e in chi lo rappresenta. Sono pronto a mettermi al servizio dei miei concittadini!”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico