Home

Musei Italiani “parleranno” ucraino grazie all’attrice Oksana Filonenko

Una delle comunità più presenti in Italia è quella ucraina. La nuova presidenza di Volodymyr Zelensky sta cercando sempre più di promuovere l’arte e la cultura della nazione dell’Est Europa nel mondo. La consorte del presidente della Repubblica di Ucraina, Olena Zelenska, nel novembre 2020 ha lanciato il programma di diffusione delle audioguide in lingua ucraina per i musei in tutto il mondo. – continua sotto – 

In Italia la bravissima attrice Oksana Filonenko, ambasciatrice della cultura ucraina nel nostro Paese e vicepresidente dell’associazione MiUfI (Made in Ukraine for Italy), si è attivata per la traduzione delle Audioguide e dell’app sviluppata da D’uva in lingua ucraina. Hanno già aderito al progetto il Duomo di Milano, la Cappella di San Gennaro a Napoli, il Pantheon di Roma e gli Scavi di Pompei. – continua sotto – 

Oksana Filonenko è una delle attrici più conosciute del suo Paese, al suo attivo ha più di venti film con il ruolo di protagonista. Già a sedici anni registrava spettacoli radio, monologhi, era affascinata dal mondo della recitazione potendo contare su un timbro di voce profondo e sensuale che la fecero diventare ben presto la beniamina dei radioascoltatori. In seguito frequentò l’Università Nazionale di Teatro e Cinema di Kiev dove perfezionò le tecniche recitative. Ha frequentato un collegio musicale dove ha affinato la propria voce da mezzosoprano, ha cantato e interpretato il ruolo di Marusya Churai nell’omonima opera rock che è una risposta peculiare degli artisti ucraini alla domanda estetica della società moderna sull’unica possibilità per il risveglio spirituale della nazione, come salvezza, come conservazione dell’identità ucraina. – continua sotto – 

La MiUfI e un’associazione con sede a Monza che ha l’intento di promuovere tutto quello che è ucraino, dall’arte al commercio, dalla moda alla musica, fondata e presieduta da Irina Kolomoets, una manager che da più di vent’anni risiede ed opera in Italia. Seppur di recente costituzione, l’associazione ha già tracciato un percorso importante sul far conoscere tutto quello che è ucraino in Italia. La Filonenko ha idee molto chiare, il servizio di audioguide sarà molto utile alle migliaia di cittadini ucraini che vivono in Italia e potrà favorire un turismo in entrata da parte degli ucraini che vedono l’Italia come meta preferita e desiderata. Le audioguide aiuteranno a favorire l’integrazione dei cittadini ucraini che vivono e lavorano in Italia, i quali potranno saperne di più sui centinaia di siti artistici e culturali del Belpaese, conoscere meglio le sue tradizioni e la sua storia. – continua sotto – 

Filonenko, che ormai da anni fa la spola tra Kiev e Torino, ha anche altri progetti sempre rivolti a far conoscere l’arte e la cultura ucraina in Italia. Molti enti pubblici e privati hanno mostrato interesse a questi progetti. In tale direzione molto attivo è il consigliere della Fondazione C.R.T. Piemonte, dottor Giampiero Leo, che collabora attivamente con l’attrice. L’obiettivo è quello di offrire questo servizio di guida e traduzione ai siti italiani più rappresentativi.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico