Aversa

Aversa, mancato avvio sosta a pagamento: al via commissione d’indagine

Aversa (Caserta) – Al via la commissione di indagine per il mancato avvio del servizio di sosta a pagamento e ripristino della Commissione Trasparenza dopo i vari “salti della quaglia” in Consiglio comunale. Il tutto in un momento di estremo nervosismo politico anche in vista della seduta di consiglio comunale in programma per domani con all’ordine del giorno la riapertura del mercato ortofrutticolo. – continua sotto – 

Ieri, infatti, si è insediata la commissione speciale di studio ed indagine per la problematica dell’avvio del servizio di sosta a pagamento, richiesta dalla minoranza ed istituita nell’ultimo Consiglio comunale. All’unanimità dei presenti è stato eletto presidente il consigliere comunale di minoranza (alla quale tocca la presidenza) Alfonso Oliva che ha dichiarato: «Immediatamente, in sinergia con gli altri membri, onde evitare un aggravio di adempimenti per gli uffici, abbiamo stabilito un cronoprogramma degli incontri perché è un nostro dovere comprendere dove e per colpa di chi si è bloccato l’iter della sosta a pagamento che, quotidianamente, per questo ritardo lascia inoccupati gli ausiliari e provoca un mancato introito alle casse comunali nonché danno erariale». – continua sotto – 

Sempre ieri, si è insediata anche la Commissione Gestione e Controllo che, dalle dimissioni del vecchio presidente e di alcuni componenti, era rimasta ferma. All’unanimità eletto presidente Gianluca Golia che ha commentato: «L’obiettivo principe sarà quello di approfondire, in modo costante e fattivo, tutte le criticità che ancora oggi la città vive quotidianamente, cercando di venire a capo delle problematiche amministrative che non ne consentono un sereno svolgimento». Lo stesso Golia ha fatto un riferimento all’ultima seduta di Consiglio comunale dove «tra urla isteriche e atteggiamenti molto poco confacenti ai ruoli istituzionali che si ricoprono, è andata in scena l’ennesima pantomima della nuova maggioranza del sindaco Alfonso Golia. Le  parole del primo cittadino per giustificare il perché di certe scelte (riferendosi a quanto accaduto nell’Assise del 23 dicembre scorso, quando si verificò il “ribaltone”, ndr.), ha riaperto una pagina mortificante della pseudo-politica che questa maggioranza rappresenta». – continua sotto – 

«Il dato sconvolgente e, a mio avviso, mortificante per l’intera città, – ha continuato Gianluca Golia – è che qualche consigliere di maggioranza, ha avuto il coraggio di parlare di “senso di responsabilità a costo zero”. A costo zero sarebbe stato se non ci fossero stati avvicendamenti in giunta, se ognuno avesse mantenuto le proprie posizioni pur lavorando ad un progetto comune per il bene della città ma, non essendo così la situazione, mi sembra ridicolo parlare di costo zero». «Intanto, – ha concluso l’esponente dell’opposizione – la città soffre le tante criticità sotto gli occhi di tutti: un mercato ortofrutticolo ancora chiuso, il servizio della sosta a pagamento ancora bloccata, un servizio di igiene urbana a metà (isole ecologiche ancora chiuse, cestini per strada inesistenti rispetto a quelli preventivati, un servizio di distribuzione dei sacchetti ancora fermo), aree verdi incolte». – continua sotto – 

«Quello che è successo in Consiglio – risponde Pasquale Fiorenzano – è molto grave ma soprattutto viene reiterato da diverse sedute. Basterebbe leggere i verbali delle sedute per notare che più volte ho richiamato l’aula tutta al rispetto istituzionale. I gruppi politici che hanno aderito alla maggioranza ci hanno messo la faccia, potevano fare come sempre, nominare in giunta l’amico sostenitore e nascondersi, invece si sono assunti una responsabilità e per questo io ne ho stima e non posso che ringraziarli. Sui temi, senza paura alcuna, vengono citati problemi annosi ed ereditati che anziché continuare a nascondere sotto al tappeto stiamo affrontando in modo radicale. Capisco che oggi la minoranza è composta da tanti leader e quindi ognuno vive una fase di smarrimento e cerca di ritagliarsi uno spazio, ma forse il modo migliore per farlo sarebbe di lavorare davvero uniti per la città».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico