Campania

De Luca: “Pnrr, chi ha scelto titolo meriterebbe carcere”. “Tolti vaccini a 211mila campani”

“Se immaginiamo che zona gialla vuol dire ricreazione e movida, noi nel giro di due settimane diventiamo non zona arancione, ma rossa”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una diretta Facebook. “Se saremo responsabili – ha detto – sarà un’estate di liberazione. Noi stiamo puntando a questo”. – continua sotto –

Poi la questione vaccini. “C’è una tuta mimetica su un paio di anfibi che abbiamo visto vagare per l’Italia, ma ancora oggi tolgono a 211mila campani il vaccino cui avrebbero diritto”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un diretta Facebook. Un riferimento palesemente legato al generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid. “È uno scandalo che continua, una vergogna nazionale – dice De Luca – che si consuma nel silenzio generale. Nessuno dice niente in questo benedetto Paese né nel mondo dell’informazione né gli intellettuali, il pensiero meridionalista, coloro che rispettano la Costituzione o le persone serie”. – continua sotto –

Capri covid free e hub vaccinale a Capodichino – “La prossima settimana l’isola di Capri sarà free Covid, faremo una grande campagna di promozione mondiale. Capri libera dal Covid è un attrattore per tutta Italia”, ha annunciato De Luca, riferendo, inoltre, che “domenica apriamo a Capodichino l’hub vaccinale nell’hangar dell’azienda Atitech. Ci sarà anche un parcheggio gratuito con 250 posti auto. Nel nuovo centro saremo le vaccinazioni per gli utenti delle Asl Napoli 1, 2 e 3. Faremo fino a 6mila vaccini al giorno e, se ci arrivano i vaccini, possiamo arrivare a 8mila al giorno”. Il centro vaccinale “sarà grande 10mila metri quadrati, avrà 32 box di somministrazione, 14 postazioni per l’accettazione e 150 unità di personale impegnato quotidianamente. Se abbiamo i vaccini saremo primi in Italia nel completamento del programma di immunizzazione”. – continua sotto –

“Chi lo ha chiamato Pnrr meriterebbe il carcere” – “Pnrr: Chi ha scelto questo nome meriterebbe due anni di carcere”, ironizza De Luca parlando del piano approvato dal governo Draghi. “Pnrr – spiega il governatore campano – significa Piano nazionale di ripresa e resilienza. Resilienza è un termine dal significato sconosciuto al 90% dei cristiani normali. Pnrr è come quei nomi che si danno a nuove galassie che vengono scoperte. Resilienza è una parola inventata da coloro che sono passati dall’essere fiduciosi a essere confidenti nel futuro. Confidenti fa più radical chic”. – continua sotto –

“Affrontare problema Sud come Germania dopo caduta muro” – Sulle risorse del Recovery, per De Luca è positivo averle conquistate ma, a suo avviso, ci sono due criticità: “La prima – dice – riguarda la quantità di risorse destinate al Sud: hanno dato il 40% delle risorse, ma non è così. Per arrivare al 40% hanno utilizzato un capitolo finanziario che già esisteva, il Fondo Sviluppo e Coesione, che raccoglie risorse già destinate al Sud. Se vogliamo affrontare seriamente il problema del sud dobbiamo fare come ha fatto la Germania dopo la caduta del muro di Berlino. Ma in Italia non sta accadendo”. – continua sotto –

“Salvini grande sfondatore di porte aperte” – Poi un affondo a Salvini: “Rivolgo un pensiero a Salvini che si è confermato il più grande sfondatore di porte aperte. Ho apprezzato la posizione che ha avuto su due argomenti. Il primo – dice De Luca – riguarda le chiusure alle 22 o alle 23. Salvini ha rivendicato come un grande risultato questa affermazione di Draghi: ‘A metà maggio verificheremo se allungare gli orari di apertura’. Bene, Draghi lo aveva detto dieci giorni fa, ma Salvini l’ha rivendicato come un suo successo. Ha sfondato una porta aperta”. IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico