Home

Oscar 2021, candidature per “Pinocchio” e Laura Pausini

Arrivate puntuali le candidature all’Oscar 2021, un’edizione, la 93esima, fortemente influenzata dall’emergenza Covid. A cominciare dalla data della consegna, che è stata spostata in avanti, al 25 aprile appunto, con la speranza di riuscire, per quella data, a creare un evento in presenza quanto più possibile simile alle tradizionali e sfavillanti Notti delle Stelle. – continua sotto – 

Ovviamente, al momento, gli organizzatori restano in attesa di notizie rassicuranti sul fronte sanitario, provando, grazie alle nomination, a riaccendere i fari su una Settima Arte, assolutamente, penalizzata dalla pandemia, soprattutto, per quanto riguarda la distribuzione dei film nelle sale. Infatti, la maggior parte dei titoli candidati sono stati visibili su piattaforme dedicate e solo pochissimi sono riusciti ad assicurarsi un fugace passaggio sul grande schermo. – continua sotto – 

I nostri colori gioiscono per l’(in)attesa nomination di Laura Pausini, candidata per la migliore canzone originale “Io sì/Seen”, colonna sonora de “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti con Sophia Loren, che, dopo il recente Golden Globe, prova a stupire il mondo e a primeggiare nella sua categoria, raggiungendo, così, un altro record dal prestigio planetario. Grande soddisfazione, anche, per le nomination ottenute dal “Pinocchio” di Matteo Garrone (costumi e trucco), mentre il “Notturno” di Gianfranco Rosi è stato escluso, anche, dalla cinquina dei documentari. – continua sotto – 

Otto sono le pellicole che concorrono al titolo di miglior lungometraggio: “The Father” di Florian Zeller, “Judas and the Black Messiah” di Shaka King, “Mank” di David Fincher, “Minari” di Lee Isaac Chung, “Nomadland” di Chloé Zhao, “Una donna promettente” di Emerald Fennell, “Sound of Metal” di Darius Marder, e “Il processo ai Chicago 7” di Aaron Sorkin. – continua sotto – 

Novità di rilievo nella categoria del miglior regista in cui, per la prima volta nella storia dell’Academy Award, concorrono due donne la cino-americana Chloé Zhao e la britannica Emerald Fennell, mentre le cinquine per le attrici e gli attori racchiudono nomi, decisamente, nuovi, tra i quali spiccano quelli di Vanessa Kirby (“Pieces of a Woman”) e Carey Mulligan (“Una donna promettente”), pretendenti più accreditate tra le protagoniste, Riz Ahmed (“Sound of Metal”) e il compianto Chadwick Boseman (“Ma Rainey’s Black Bottom”), sorprese della stagione tra i protagonisti. Danimarca (“Un altro giro”), Romania (“Collective”), Tunisia (“The Man who sold his Skin”), Bosnia-Erzegovina (“Quo vadis Aida?”), Hong Kong (“Shàonian de ni”) si giocheranno l’ambito trofeo di miglior film internazionale.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico