Home

Crisi governo, Conte si è dimesso. Mattarella avvia consultazioni da mercoledì

Il premier Giuseppe Conte è salito al Quirinale alle 12 e si è dimesso, avendo un veloce colloquio col presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale ha accettato le dimissioni e chiesto al governo, come di rito, di rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti. Da mercoledì pomeriggio inizieranno al Colle le consultazioni. – continua sotto – 

Di Maio: “E’ l’ora della verità” – “E’ il momento della verità, in queste ore capiremo chi difende e ama la nazione e chi invece pensa solo al suo tornaconto”. Lo scrive Su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. “Gli effetti di questa pandemia sono devastanti, anche e soprattutto per la nostra economia. Ogni ora persa mette a rischio le nostre imprese. Commercianti, ristoratori, titolari di partite Iva mi scrivono per sapere dove sono i ristori, ma con un governo dimissionario sarà tutto più lento e difficile”. – continua sotto – 

Domani direzione Pd – E’ stata convocata per domani, alle 14, la direzione nazionale del Pd, che si svolgerà da remoto. All’ordine del giorno la situazione politica, la crisi di governo e la relazione del segretario. Lo rende noto l’ufficio stampa dei dem. – continua sotto – 

Tajani: “Fi per governo di unità, ma restiamo nel centrodestra” – “La crisi è aperta, ci rimettiamo alla saggezza del capo dello Stato”. Lo ha detto il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, aggiungendo: “Se tutti i migliori si mettono assieme per affrontare l’emergenza con un governo di unità nazionale stabile e serio. Forza Italia è d’accordo, altrimenti per assicurare un governo serio lo strumento è il voto. Non c’è nessuna possibilità che il nostro partito esca dal centrodestra”.  – continua sotto – 

Rosato: “Subito programma, poi da Iv nessun veto” – “Mattarella ha in mano la regia per dare un governo più solido al Paese con un programma solido. Il governo non aveva più un programma, andava avanti solo con i decreti sull’emergenza. Una volta che si trova una sintesi sulle questioni programmatiche, prima di tutto il Recovery Plan e poi le riforme che l’Ue e le parti sociali ci chiedono, noi non mettiamo veti. Noi non abbiamo mai messo veti o preclusioni su nessuno, ma abbiamo evidenziato l’esigenza di grande chiarezza. E sono convinto che la chiarezza sia una esigenza non solo nostra ma anche degli altri partiti”. Lo dice Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia Viva.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico