Politica

Aversa, strisce blu: silenzio imbarazzante. Si valuta incarico legale

di Livia Fattore

Aversa (Caserta) – «Un silenzio imbarazzante». E’ questo, oramai, il commento costante di quanti si accostano all’inspiegabile immobilismo che sta colpendo il mancato avvio del servizio di sosta a pagamento. Un immobilismo tanto più assurdo se si pensa che sono state tracciate, in estate, le strisce blu e installati i parcometri. Ora, però, si parla di un incarico ad un amministrativista per alcune verifiche. Secondo l’amministrazione in carica, il capitolato di gara, stilato dalla precedente amministrazione, non era assolutamente adeguato alle reali necessità della città, a partire dai numeri previsti per gli abbonamenti a residenti e pendolari, addirittura poco più di duecento per una città di 52mila abitanti e che vede di mattina l’ingresso di 40mila veicoli dall’Agro. – continua sotto – 

Il via libera del rup della gara – il comandante della Polizia Municipale, Stefano Guarino – è giunto oramai dal 9 dicembre scorso, quando sarebbero state consegnate alla segretaria comunale due bozze di delibera di giunta che, però, non sono mai state portare nell’esecutivo. Intanto, la Publiparking, ditta vincitrice della gara di appalto, continua ad attendere da mesi dopo aver sostenuto ingenti spese che toccherebbero il milione. Il problema sembrerebbe essere quello di un annullamento della gara all’epoca per manifesta mancanza di utilità per la situazione aversana. Una decisione che l’attuale maggioranza non ha avuto il coraggio di mettere in campo ed ora ne paga le conseguenze. – continua sotto – 

«Purtroppo è vero, – ha dichiarato il presidente della commissione mobilità, Mimmo Menale – i circa 300 abbonamenti sono pochi per una città come Aversa, ma il capitolato non poteva essere modificato. In merito a ciò, stiamo valutando di modificare le zone di sosta libera in aree di parcheggio per i residenti. Nelle zone più popolose e dove c’è più necessità, ad esempio vicino via Corcioni o nei pressi del grattacielo Bellorizzonte, ci saranno strisce gialle adibite ai residenti con una tariffa minima. Riguardo alle strisce bianche, invece, il problema è puramente tecnico perché dobbiamo stanziare le somme per farle disegnare. Al momento non si vedono ma gli spazi destinati alla sosta gratuita ci sono, basta considerare che sono 48 su 250 le strade dove sono presenti gli stalli a pagamento». – continua sotto – 

Dall’opposizione il consigliere comunale Gianluca Golia dichiara: «Oggi apprendiamo che la neo maggioranza sta valutando di assegnare ad un legale l’incarico per studiare e sciogliere il nodo per l’affidamento dell’appalto. Dopo tanti slogan e proclami, “l’amministrazione variegata” deve spendere altri soldi dei contribuenti per capire come fare? Dopo aver siglato un contratto con la ditta vincitrice, si accorgono che forse ci sono cose che dovevano essere modificate o addirittura azzerate e riprese da capo?». «Intanto, – continua l’esponente del centrodestra – la sosta a pagamento non decolla con un chiaro mancato incasso per l’Ente (di cui mi riserverò di approfondire la questione in merito ad un danno erariale manifesto). In città vige il caos, i parcheggiatori abusivi spuntano come funghi ma, soprattutto, restano fermi 16 lavoratori senza percepire nemmeno un euro da mesi oramai. Purtroppo, tutto quello che non doveva fare questa amministrazione sta facendo». – continua sotto – 

Per la cronaca, qualche numero: 3311 gli stalli previsti compresi anche i 256 stalli del parcheggio dell’area mercatale di via de Nicola, dove, secondo capitolato, ci dovrà esser a disposizione una navetta per garantire il trasporto verso il tribunale di Napoli Nord dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14, in modo che l’area possa essere utilizzata da avvocati e utenti dell’importante ufficio giudiziario cittadino.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico