Politica

Orta di Atella, tributi non versati: pignorate somme su conti correnti a cittadini. Condanna di Forza Italia

di Redazione

Orta di Atella – Pignorate le somme sui conti correnti ai cittadini di Orta di Atella che non hanno versato tributi comunali, contrariamente a quanto stabilisce il “Decreto Agosto”. Un’azione, messa in atto dalla Sogert, concessionaria del servizio di riscossione, che viene condannata con fermezza dal circolo cittadino di Forza Italia. “Abbiamo chiesto un incontro alla triade commissariale, appuntamento ancora rimasto in sospeso. È assurdo, che alla casa comunale nessuno muova un dito per fare chiarezza su questa vicenda”, commenta il coordinatore cittadino degli azzurri, Marco Lettiero. – continua sotto – 

Il Decreto Legge numero 129 del 20 ottobre 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, reca “Disposizioni urgenti in materia di riscossione esattoriale” e differisce al 31 dicembre 2020 il termine “finale” di sospensione dell’attività di riscossione precedentemente fissato al 15 ottobre 2020 dal decreto legge numero 104 del 14 agosto 2020, il cosiddetto “Decreto Agosto”. – continua sotto – 

“Il 28 ottobre – spiega Lettiero – avevamo denunciato pubblicamente che la Sogert, nonostante il decreto che fissa al 31 dicembre la sospensione del termine di riscossione dei tributi, ad Orta di Atella pignorava dai conti correnti dei cittadini le somme richieste dalla stessa società privata per conto e per nome del Comune. E ciò in piena epidemia e con situazioni familiari drammatiche dal punto di vista economico. Riteniamo che le tasse vanno pagate, dovere di ogni cittadino, ma non rispettare le leggi del Governo è un gesto da condannare con fermezza”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico