Campania

Campania, De Luca: “Quest’anno Natale e Capodanno non esistono”

“Quest’anno Natale e Capodanno non esistono devono essere giorni di raccoglimento familiare e religioso ma non delle feste normali”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta Facebook. – continua sotto – 

“In queste due settimane ci giochiamo il futuro del nostro Paese” – “La Regione Campania – ha sottolineato il governatore – chiede provvedimenti più rigorosi, è contraria a rilassamento, all’apertura della mobilità, alle manfrine tra Comuni grandi e piccoli, del che fare a Natale, Vigilia e Capodanno. Noi dobbiamo sapere che in queste due settimane ci giochiamo il futuro del Paese, dobbiamo avere la forza di resistere oggi a tutte le demagogie, dobbiamo avere il coraggio di dire che quest’anno Natale e Capodanno non esistono, altrimenti andiamo al disastro. Decidiamo in dieci giorni, a seconda delle decisioni prese, se ci sarà un’ecatombe a gennaio oppure no. Continuiamo ad avere 800 o 900 morti al giorno e riprendiamo la manfrina dell’estate soprattutto per iniziativa di tante Regioni del Nord che oggi pagano il rilassamento di mesi passati”. – continua sotto – 

“Controlli in stazioni e aeroporti” – Il presidente ribadisce di voler “aprire tutto ma per sempre, non una settimana, cedendo alla demagogia e poi dovendo richiudere per mesi, a cominciare dal 2021″. Dobbiamo fare da filtro: evitare che arrivino i contagi dal Nord. Controlli nelle stazioni di Napoli e Salerno, controllo anche a Capodichino. Vietato lo spostamento nelle seconde case, anche le regioni del Nord devono mantenere la stessa linea di rigore”. – continua sotto – 

“Continua lo sciacallaggio” – “Rimaniamo con il tasso più basso d’Italia per i decessi Covid, abbiamo 140 nuovi ricoveri in terapia intensiva. Abbiamo accolto i nuovi pazienti negli ospedali e trattati con dignità. Il 90% di chi si sottopone al tampone riceve l’esito entro 24 ore con un sms, siamo l’unica regione dove gli esiti arrivano subito. Continua lo sciacallaggio, ma sono dati veritieri. – continua sotto – 

Scuola, “Con Azzolina è arrivata la luce” – Intanto, De Luca torna ad attaccare la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina: “Conte dice che ha la compagine di governo composta dai ministri migliori. Prendiamo ad esempio il ministro della Pubblica Istruzione, ci siamo liberati dopo decenni di personalità come De Santis, Croce, De Ruggiero, De Mauro. Finalmente con la ministra Azzolina è arrivata la luce”. – continua sotto – 

Nuova ordinanza: limitazioni  e spostamenti – Ieri De Luca ha firmato un’ordinanza contenente misure per “limitare al massimo la mobilità in generale e fra i comuni, sulla linea della prevenzione del rigore e al fine di evitare quanto più possibile il contagio”. L’ordinanza dispone, per il periodo festivo, il divieto di spostamento nelle seconde case anche in ambito regionale e prevede, inoltre, già da questo fine settimana, “controlli rigorosi nelle principali stazioni ferroviarie della Campania e all’aeroporto di Capodichino per un’operazione di prevenzione e monitoraggio che consenta anche di individuare persone in movimento senza motivazioni o con sintomi”. L’Unità di crisi della Regione Campania ribadisce che “è indispensabile avere oggi rigore e senso di responsabilità per evitare situazioni drammatiche già dal mese di gennaio”. – continua sotto – 

Ipotesi Governo su fondi Ue configura furto a Sud – “Per quanto riguarda noi meridionali, in maniera brutalmente chiara, le ipotesi del governo” sull’uso dei fondi europei” configura un ennesimo furto nei confronti delle regioni meridionali. Ci dobbiamo preparare – ha sottolineato De Luca – nei prossimi giorni vedremo di proporre un incontro con altre regioni del sud per mettere in campo una risposta istituzionale forte, anche per verificare se i parecchi ministri campani diano cenni di esistenza oppure no”. IN ALTO IL VIDEO (inizia dal minuto 1.25)

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico