Trentola Ducenta

Trentola Ducenta, Maiolica: “Apicella ha la memoria corta….”

Trentola Ducenta (Caserta) – «Il sindaco di Trentola Ducenta ha la memoria corta». A parlare Violetta Maiolica di Liberi e Forti che, dall’opposizione, evidenzia come il primo cittadino Michele Apicella, quando era all’opposizione predicava l’elezione di un rappresentante della minoranza a presidente del consiglio comunale. «Tra gli ordini del giorno del primo consiglio comunale di Trentola Ducenta c’era – afferma Maiolica – quello di eleggere il Presidente ed il vice presidente dello stesso. Sono stati eletti rispettivamente Ferdinando De Chiara e Concetta Della Volpe, ai quali faccio le mie congratulazioni, sicura del massimo impegno che metteranno per onorare tali cariche. Volevo inoltre ringraziare tutti i componenti dell’opposizione che, compatti, hanno prima proposto e poi votato la mia persona per ricoprire tali cariche».

Subito dopo, insieme ai suoi colleghi di opposizione, Michele Ciocia, Vittorio Marino e Giuliano Pellegrino, ricorda: «Durante il consiglio comunale del 12 aprile dello scorso anno, con delibera numero 14, l’attuale sindaco Michele Apicella, allora consigliere di opposizione, propose, in nome di una serena collaborazione tra maggioranza e minoranza, una sua candidatura al ruolo di presidente, in quanto era risultato il più votato alle elezioni». «Purtroppo, si sa, la politica ed i politici – concludono i consiglieri comunali di Liberi e Forti – hanno la memoria corta e probabilmente il sindaco ha perso un’occasione per dimostrare coerenza e quello spirito di collaborazione e distensione che tanto decantava quando si trovava in minoranza».

Immediata la risposta del primo cittadino: «In merito alle numerose notizie ed interventi da parte dei consiglieri del gruppo Liberi e Forti, che negli ultimi giorni hanno trovato spazio sui mass media, mi preme fare delle riflessioni. Più che essere propositivi, così come il loro capogruppo aveva annunciato, hanno innescato una sterile ed inutile polemica incentrata sulla mancata elezione alla Presidenza del Consiglio Comunale della Consigliera, sempre di opposizione, Violetta Maiolica». «Hanno, inoltre, fatto riferimento – continua Apicella – ad un mio personale intervento al primo Consiglio della passata Amministrazione. Tengo a precisare che, nel tempo, non cambiano gli orientamenti ed i valori, cambiano, però, le situazioni che possono o meno determinare quanto ipotizzato ovvero sperato. Forse, in un clima di vera distensione, avremmo anche potuto prendere in considerazione la proposta dell’opposizione. Ma come si può dialogare con un gruppo politico che disconosce il risultato elettorale? Penso proprio che sia paradossale ed inconciliabile al tempo stesso chiedere la Presidenza di un consesso di cui non si riconosce la legittimità e la validità».

«Sorvolo – conclude Apicella – sull’accusa di ‘poca memoria’ ed ‘incoerenza’, non intendo innescare una polemica che andrebbe molto per le lunghe (avrei tanto da dire!). Un consiglio, però, intendo dare agli amici del gruppo Liberi e Forti: invece di attaccarvi in ricorsi e sterili polemiche, impegnatevi a pensare alla risoluzione dei tanti problemi che affliggono Popolazione e Territorio». Per la cronaca, i rappresentanti di Liberi e Forti sono stati anche autori di un ricorso elettorale al Tar Campania (la cui discussione deve ancora essere fissata) per chiedere il riconteggio delle schede che sarebbero state valutate in maniera errata in sede di scrutinio.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico