Gricignano

Gricignano, Lettieri: “Anche su Zona Nato il sindaco resta muto”

Gricignano (Caserta) – Riscuotere la polizza da 5,5 milioni di euro a garanzia dei lavori di urbanizzazione non eseguiti o trovare un accordo con il consorzio di imprese che ha realizzato i parchi residenziali nella “Zona Nato”? E’ il “dilemma” che ormai qualche anno rappresenta uno dei principali argomenti di discussione nell’ambiente politico cittadino. Argomento spesso ritenuto di interesse esclusivo dei residenti di quell’area ma che invece riguarda l’intera cittadinanza dal momento che tutti potranno usufruire dei servizi e delle infrastrutture previste dal piano costruttivo, scaduto da anni.

Come sottolinea, in un’intervista rilasciata a Pupia (guarda il video in alto), il consigliere comunale Vittorio Lettieri, capogruppo dell’opposizione, che in apertura subito sferra un attacco al sindaco Vincenzo Santagata: “Così come per la sua vicenda giudiziaria (leggi qui), per la quale si è chiuso in un silenzio assordante, senza nemmeno chiedere scusa alla cittadinanza per aver mentito, anche sulla questione della Zona Nato il sindaco resta muto”. Sulla polizza, attualmente oggetto di contenzioso giudiziario tra Comune e Consorzio (quest’ultimo che sostiene manchino da realizzare opere per “soli” 1,8 milioni), Lettieri fa presente che “più volte abbiamo interrogato l’amministrazione chiedendo quali fossero le sue intenzioni, ossia escutere la polizza o sedersi ad un tavolo con il consorzio per valutare altre opzioni. Il sindaco, così come la sua maggioranza, non ha mai assunto una posizione ufficiale”.

E qui il capogruppo rispolvera una relazione dell’architetto Teresa Ricciardiello, ex dirigente dell’ufficio tecnico comunale, redatta nel novembre dello scorso anno, che consiglia all’amministrazione Santagata di escutere l’intera somma della polizza. Non prima di aver sottolineato che mancano all’appello diverse opere da realizzare e che molte già ultimate non sono eseguite correttamente. Ritenendo legittime le richieste dei residenti della Zona Nato, Lettieri ribadisce la posizione dell’opposizione: “Vogliamo che il Comune intervenga per realizzare le opere, anche in maniera autonoma, chiedendo un’anticipazione di cassa o contraendo un mutuo, ma è giusto che si continui con il contenzioso perché bisogna quantizzare in maniera corretta, e non sulla base di una valutazione di parte del consorzio, i lavori eseguiti e da eseguire. Ed eventualmente – conclude il capogruppo – considerare anche un accordo con il consorzio, a patto che vada nell’interesse dell’intera collettività”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico