Napoli

Napoli, Arte e Cibo si incontrano da “Myseacret by Chef Gallo”

Ha aperto i battenti poche settimane fa a Napoli, in via Chiatamone 31, il “Myseacret by Chef Gallo” che già si sta affermando tra i locali più eleganti e accoglienti della città. Un ristorante dal concept unico, un vero e proprio salotto del gusto a 360 gradi, dove si fondono tra loro l’esperienza trentennale e la vision imprenditoriale del patron Antonio Cuccurullo, la verve creativa di uno chef giovane e brillante come Giovanni Gallo e le suggestioni di un grande Artista partenopeo come Alessandro Flaminio.

“Myseacret by Chef Gallo” è un posto magico, dove la vista meravigliosa esalta le perle del Golfo: Capri, Ischia, Procida. Tra mito e storia, quella finestra si configura come la cornice di una serie di racconti identitari, custodi dei tesori e dei simboli di Napoli. Giovanni Gallo, 32 anni, chef talentuoso che si è affermato negli ultimi anni nel locale di famiglia “Il Pescatore & lo Chef” di Casoria, è capace come pochi di valorizzare la tradizione campana, ma con lo sguardo rivolto al futuro. Audacia, pazienza e umiltà sono gli ingredienti di chi come Giovanni Gallo voglia mettersi alla prova e sceglie di seguire una strada, facendola propria attraverso studio, tentativi e capacità di cogliere i dettagli facendoli propri gli ingredienti. La maturità del pensiero lega insieme questi ingredienti in una ricetta basata sulla crescita umana e professionale. Costanti le sue ricerche sulla Frollatura del Pesce. Un procedimento molto in voga per le carni, che il talentuoso chef partenopeo sta sperimentando con successo anche sul pesce: cernia, pesce spada, tonno, orata, cefalo, spigola, ma anche astice che vengono conservati per un periodo più o meno lungo, a determinate temperature, prima di cucinarli, affinché i tessuti si inteneriscano e acquistino sapore e profumi.

Se in materia di cibo e cucina chef Gallo è pronto a stupirvi con i suoi piatti, quando si varca la soglia di ingresso di Myseacret si viene catturati da un design molto particolare e ricercato, frutto della verve artistica e creativa di Alessandro Flaminio – scultore, pittore e direttore de “Le Voci di Dentro” – grazie al quale si ha sin da subito la sensazione di entrare in un luogo con un cuore che pulsa di tradizioni passate, storia e cultura partenopea. Il connubio tra Giovanni Gallo e Alessandro Flaminio, la simbiosi tra Cibo e Arte, rende Myseacret un luogo “senza tempo”, a due passi dalla vivacità del lungomare più bello del mondo. Un posto dove la vista è meravigliosa, vicino all’isolotto di Megaride, dove la leggenda vuole che, dalle ceneri della sfortunata Partenope, sia sorta la città più suggestiva del Terra.

Da Myseacret, dunque, nel mentre si gustano le pietanze esclusive frutto della creatività e della passione di chef Gallo, si viene in contatto con le opere di Alessandro Flaminio, un artista che ha in sé la capacità di spogliare dalle vesti della trascendenza ogni forma d’arte, riportandola all’essenziale stato delle cose, donandole nuova forma. Si sta seduti ai tavoli con le icone della tradizione e tra opere esclusive e senza tempo, alla scoperta del mito e della cultura partenopea, grazie ai capolavori di un grande artista e alla cucina ricercata di uno chef talentuoso. IN ALTO IL VIDEO 

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico