Gricignano

Gricignano, opposizione: “Aumenta bolletta acqua”. Appello di Lettieri alla maggioranza

Gricignano (Caserta) – E’ un appello a tutti i consiglieri comunali quello di Vittorio Lettieri, capogruppo dell’opposizione, a non votare l’adesione al Consorzio Idrico, argomento che sarà al centro della seduta del Consiglio Comunale di Gricignano convocata per mercoledì 5 agosto, alle ore 10, di nuovo in modalità “a porte chiuse” nel rispetto delle disposizioni anti covid (anche in questa occasione la seduta sarà ripresa dalle telecamere di Pupia e trasmessa in giornata).

L’amministrazione Santagata intende affidare la gestione della rete idrica e la riscossione del relativo canone al Consorzio Idrico. E’ questo, secondo l’opposizione, comporterà un aumento notevole del costo dell’acqua. “Siamo davanti ad un vero e proprio carrozzone politico – sostiene Lettieri – che farà pagare molto di più ai nostri concittadini un servizio essenziale. Infatti, la fascia di eccedenza si abbassa dagli attuali 180 metri cubi a 108 metri cubi. Questo farà sì che si pagherà l’eccedenza sin da subito con una tariffa oltretutto maggiorata. A conti fatti, pagheremo tutti di più. In un momento come questo, dove dopo la pandemia è già difficile ripartire e tornare alla normalità, mai scelta può essere più scellerata”. Rivolgendosi, poi, ai cittadini, Lettieri incalza: “Non fatevi prendere in giro da chi è abituato a raccontare bugie, l’adesione al Consorzio Idrico non è un atto dovuto ma una scelta. Chi voterà questo scempio avrà sulla coscienza un ‘mascherato’ ed ingiustificato aumento delle tasse”. E ai consiglieri di maggioranza dice: “Si rendano conto che con l’approvazione di questo punto all’ordine del giorno faranno un danno alla comunità”.

L’opposizione ha pubblicato anche un manifesto in cui parla esplicitamente di “aumento della bolletta dell’acqua”, e accusa il sindaco: “Con un blitz di mezza estate mette le mani in tasca ai gricignanesi, aggravando ulteriormente le economie delle famiglie di Gricignano. Con un colpo di ‘magia’ decide di aderire al Consorzio Idrico Terra di Lavoro affidandogli la gestione dell’intera rete idrica e la riscossione del relativo tributo con la conseguenza dell’aumento notevole del costo dell’acqua. Questa ‘preferenza’ da parte del sindaco porterà i cittadini di Gricignano a pagare una bolletta salatissima”. E qui l’opposizione fa “due conti”: “Con le nuove tariffe una famiglia con un consumo di 250 metri cubi/annui si troverà in bolletta un aumento di circa 130 euro. Praticamente si eroga acqua e si succhia sangue dai gricignanesi”. E, per comprovare quanto sostiene, propone il seguente schema:

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico