Aversa

Coronavirus Aversa, i casi salgono a 29. Golia: “E’ di nuovo tempo di responsabilità”

Aversa (Caserta) – Altri 9 casi positivi da Covid-19 ad Aversa che fanno salire a 29 il totale dei contagiati “attivi” in città. Tutti presentano sintomi lievi e sono in isolamento domiciliare. Si tratta per lo più di ritorni da soggiorni vacanzieri. Proprio in virtù di questo non è da escludere un aumento dei casi nei prossimi giorni, tenuto anche conto che da domenica inizieranno i rientri.

“La situazione al momento è sotto controllo e non c’è alcun motivo per allarmarsi”, fa sapere il sindaco Alfonso Golia, che spiega: “I casi positivi sono stati regolarmente segnalati il che permette di isolare il contagio. Ma dobbiamo essere molto prudenti perché le 2/3 settimane che abbiamo avanti saranno molto delicate. Sono stato costretto a firmare un’ordinanza che obbliga l’uso della mascherina anche all’aperto in tutta la città per tutta la giornata: la risposta da parte della maggioranza dei concittadini è stata purtroppo poco collaborativa”.

Golia ha chiesto maggiore presenza alle forze dell’ordine, e prima che molti si scatenino su tale argomento rivolge alcune domande ai suoi concittadini: “Quanti di noi non hanno indossato la mascherina quando era previsto? Quanti di noi la indossano sotto al naso (che non serve a nulla) o sul gomito? Quanti si igienizzano le mani prima di entrare in un negozio? Quanti passeggiano per le vie principali pur essendo queste arterie visibilmente sovraffollate?”. “Dobbiamo essere sinceri con noi stessi. – riflette il sindaco – Era prevedibile (e legittimo) un alleggerimento da parte di tutti, perché tutti eravamo provati e sfiniti dal lockdown. Ma non possiamo permetterci di non rispettare nemmeno le più basilari accortezze, men che mai in un momento come questo in cui i casi aumentano. È nuovamente il tempo della responsabilità, pertanto vi invito ad essere controllori innanzitutto di voi stessi per non ritrovarci ad affrontare ansie e preoccupazioni ingiustificate verso ‘gli altri’. La ‘gente’ dopotutto siamo noi”.

Con il Coco, Centro Operativo Comunale, volutamente lasciato operativo, è stato disposto che, già a partire da oggi, nelle arterie prevedibilmente più affollate ci saranno i volontari della Protezione Civile ad assistere i cittadini nell’osservanza delle disposizioni vigenti. “Ho chiesto alle Forze dell’Ordine di supportarci. – continua Golia – Il vicesindaco Benedetto Zoccola sarà in strada con la Polizia Locale. Ovviamente non è che possiamo stare con lo sfollagente o negare il diritto a una passeggiata ed è per questo che vi rimando a quanto dicevo prima sul senso di responsabilità di ognuno”.

Il primo cittadino fa appello ai genitori “affinché in presenza di sintomi parainfluenzali tengano in casa i figli in via precauzionale e avvisino il medico curante. Ovviamente lo stesso vale per gli adulti”. I viaggiatori troveranno tutte le informazioni e gli adempimenti da seguire a questo link del Ministero della Salute: https://bit.ly/32aK0kU. Va comunque segnalato via mail all’Asl (ioritornoacasa@aslcaserta.it) il proprio ritorno da queste mete. Altre informazioni e domande frequenti si possono trovare qui: https://bit.ly/2QheZ9y

Poi l’appello finale: “Cari concittadini, il nemico è tornato e al momento ci ha trovati pronti. Ma è un nemico invisibile e insidioso come sappiamo tutti e non possiamo permetterci dilaghi nella città. Vi invito ad indossare la mascherina, a non creare assembramenti, lavare spesso le mani, mantenere la distanza di sicurezza e laddove ciò non sia possibile significa che il luogo in cui vi trovate è potenzialmente non sicuro. Chiedo la vostra totale collaborazione anche perché l’alternativa, se i casi aumentano e si continua a non rispettare le disposizioni, saranno misure più rigide che purtroppo non posso escludere. In questa emergenza Covid abbiamo già dimostrato di essere una grande città, saremo pronti anche in questa circostanza”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico