Cronaca

Orta di Atella, area Pip invasa dai rifiuti. Tosti: “Lo Stato intervenga subito”

di Luigi Viglione

Orta di Atella (Caserta) – Quello degli sversamenti illeciti e dei roghi di rifiuti è un problema gravissimo che viene perpetrato da anni nell’area a cavallo tra le province di Napoli e Caserta, tristemente nota come ‘Terra dei Fuochi’. Uno dei territori più fortemente colpiti dal fenomeno è quello di Orta di Atella, dove l’abbandono di rifiuti di ogni genere continua senza sosta.

In particolare, l’area Pip, una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto totalmente invasa dalla monnezza, è diventata una bomba ecologica pronta ad esplodere. Depositati a terra si trovano rifiuti di ogni sorta: elettrodomestici in disuso, pneumatici, guaina bituminosa, secchi di vernici e amianto. Una situazione gravissima che al momento sembra non avere soluzioni.

Enzo Tosti, del Collettivo Città Visibile, ha denunciato le condizioni di estremo degrado in cui versa l’area. L’ex consigliere comunale, pur riconoscendo l’impegno profuso dalla terna commissariale attualmente reggente del comune ortese, ha sottolineato come questo non sia sufficiente e lanciato un appello allo Stato affinché intervenga in fretta, dal momento che se i rifiuti dovessero essere dati alle fiamme potrebbero provocare danni ancora maggiori. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico