Napoli

Napoli, omicidio di camorra nel 2006: presi i killer di Vincenzo Prestigiacomo

Arrestati dopo 14 anni mandanti ed esecutori dell’omicidio di Vincenzo Prestigiacomo, compiuto a Napoli il 30 ottobre del 2006, a Porta di San Gennaro. Stamani gli agenti della Squadra Mobile partenopea hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare – emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia – nei confronti di Andrea Manna, 43 anni, Nicola Sequino, di 51; e Vincenzo Troncone, 53.

Gli indagati sono accusati, in concorso con altri soggetti già condannati in un procedimento separato, di omicidio aggravato. L’omicidio, secondo gli inquirenti, maturò nell’ambito della guerra di camorra allora in atto nel quartiere Sanità tra il clan Misso, di cui era partecipe la vittima, e il clan facente capo a Salvatore Torino. Prestigiacomo era il marito di Celeste Misso, sorella dei più noti Michelangelo, Giuseppe ed Emiliano Zapata. Le indagini hanno consentito di acquisire riscontri di diversa natura alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia tanto da delineare un grave quadro indiziario nei confronti degli indagati.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico