Sant’Arpino

Sant’Arpino, la Giunta riadotta il Piano Urbanistico Comunale

Sant’Arpino (Caserta) – Nonostante il momento particolare che il mondo sta vivendo, a Sant’Arpino c’è stato spazio anche per varare il Puc. In occasione dell’ultima seduta di giunta, infatti, l’amministrazione comunale ha riadottato il Piano Urbanistico comunale (Puc) e relativa Valutazione Ambientale Strategica (Vas) per la valutazione ed il recepimento delle osservazioni a norma dell’articolo 3, comma 3, del Regolamento Regionale della Campania 5/2011. Una delibera importante che consente la pianificazione del territorio. Con questo atto si conclude la seconda fase della redazione del Piano Urbanistico Comunale che ha visto la presentazione di 132 osservazioni al Puc adottato a marzo 2019.

“Ringrazio l’assessore Ernesto Di Serio per il grande lavoro svolto con il progettista del piano Antonio Memoli, in concertazione con l’ufficio tecnico”, ha dichiarato il sindaco atellano Giuseppe Dell’Aversana, continuando: “E’ stato un lavoro lungo e complesso, vista la mole di osservazioni arrivate, che ha avuto come obiettivo quello di dare più risposte possibili, nel rispetto delle norme e nei limiti della sostenibilità complessiva”. Dopo la pubblicazione sul Burc, il piano sarà inviato agli organi sovraordinati (provincia, regione, sovrintendenza beni architettonici, Autorità di bacino, Asl) per la fase dei pareri, ed una volta acquisiti tutti i pareri, verrà portato in consiglio comunale per l’approvazione definitiva”.

“Questo Puc – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Ernesto Di Serio – punta a proiettarsi al 2028, per effetto di una programmazione in deroga attuata nel 2012 ad opera del cosiddetto ‘Piano Casa’ che ha esaurito i vani messi a disposizione dalla Provincia, facendo registrare un surplus di 155 alloggi autorizzati. La nostra decisone, supportata da numeri e proiezioni, ci ha consentito di prevedere, per l’arco temporale 2018/2028, un incremento di soli 572 alloggi di cui 155 in surplus per i Piani Casa. L’iter di valutazione delle Osservazioni presentate, 132 in totale, ha portato ad un riscontro positivo del 60% delle istanze, tra accolte e parzialmente accolte mentre il restante 40% sono state respinte”.

“Tale dato ha ridisegnato parti del territorio, facendo rilevare una maggiore quantità di standard 386.021 mq (pari a 24 mq/abitante) a cui vanno aggiunti i 303.720 metri quadrati del Parco Archeologico. – dichiarano il sindaco Dell’Aversana e l’assessore Di Serio – un piano green che arricchirà il nostro territorio di spazi verdi e servizi per la collettività, tenendo conto di una crescita ordinata e moderata della popolazione”. A seguito di tale adozione, il Puc adottato sarà depositato presso la Segreteria Comunale e pubblicato all’albo comunale.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico