Sorrento - Vico E. - Massa Lubrense - Piano di Sorrento - Sant’Agnello - Meta

Coronavirus, il bus della coppia cinese infettata è stato a Sorrento

Si indagano i movimenti della coppia di turisti cinesi, marito e moglie di 67 e 66 anni, ricoverata ieri allo Spallanzani di Roma. E’ stato appurato che aveva fatto una tappa a Parma prima di arrivare circa una settimana fa nella Capitale. I coniugi hanno visitato anche la Costiera Amalfitana, in Campania. A bordo di un bus con altri 16 turisti, poi sottoposti a sorveglianza sanitaria perché entrati in contatto con la coppia, erano stati a Sorrento. I 18 dovevano poi alloggiare a Cassino, nel Frusinate, ma, alla luce dell’esito dei test sulla coppia, il bus è stato recuperato dalle forze dell’ordine al casello autostradale di Cassino, anche alla presenza dei sanitari dell’Asl, e scortato fino a Roma.

La task force del ministero della Salute sta cercando di definire meglio l’itinerario dei due, anche per adottare eventuali precauzioni. Intanto, a Parma si è tenuta una riunione con l’Azienda ospedaliera. Da parte sua, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha detto che “sono stati avviati da diverse ore tutti i contatti istituzionali per accertare se effettivamente la coppia di turisti cinesi sia passata per Sorrento o vi abbia pernottato”.

Costanzo Iaccarino, responsabile della Federalberghi, dubita che si siano fermati in qualche hotel, anche perché la maggioranza degli alberghi è chiusa per i rituali lavori di inizio anno. “Appena ci diranno qual è l’agenzia che ha curato i loro spostamenti – dice Iaccarino – sapremo al limite se si sono fermati in qualche ristorante o meno. Il loro, in genere, è un tipo di turismo mordi e fuggi. Ma, appena le autorità ci daranno particolari sapremo anche come adottare le dovute precauzioni”.

I due turisti, originari dello Hubei, la provincia cinese focolaio dell’epidemia di coronavirus, erano atterrati a Milano Malpensa il 23 gennaio scorso e fatto alcune tappe intermedie prima di arrivare all’hotel di Roma. La coppia, al momento, è isolata nell’ospedale di eccellenza per le malattie infettive. “Ci aspettavamo questi casi, eravamo preparati. Li abbiamo identificati precocemente e isolati. I pazienti sono in buone condizioni, sono giovani, con un quadro da normale influenza” ha detto il direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico