Aversa

Aversa, mercato ortofrutticolo: accordo per riapertura in 20 giorni

Venti giorni per la riapertura del mercato ortofrutticolo di Aversa, chiuso venerdì scorso dai carabinieri del Nas per una serie di rilievi. È stato questo l’accordo concluso nel pomeriggio di ieri, dopo una lunga mattinata di riunioni e un presidio degli operatori della struttura mercantile in piazza Municipio. Mattinata lunga perché, di buon’ora, una quindicina di grossi mezzi, tra cui alcuni tir, al suono incessante dei clacson, partiti da viale Europa, hanno raggiunto la casa comunale percorrendo via Roma. Traffico, già di per sé caotico nell’ora di ingresso delle scuole, completamente in tilt per un’oretta. Voci confermate, quindi, quelle che davano i mezzi dei commissionari e dei coltivatori diretti presenti in piazza Municipio dove confluivano anche alcune centinaia di addetti. A presidiare l’ordine pubblico diverse decine di poliziotti e carabinieri in assetto antisommossa che, però, si sono limitati ad un controllo opportunamente lasco per il quale hanno ricevuto i ringraziamenti dei manifestanti.

Mentre la maggioranza degli addetti alla struttura mercantile presidiava la piazza, una delegazione si confrontava, presente anche il sindaco della città normanna Alfonso Golia, con la dirigente dell’Asl per quanto riguarda le prescrizioni sollevate in sede di accesso dei Nas unitamente agli ispettori sanitari. Da evidenziare che le prescrizioni sono sia dirette all’amministrazione, titolare del mercato, che ai singoli operatori. Non è passata la proposta avanzata dai commissionari che avrebbero voluto aperto il mercato sulla compravendita dalle 3 alle 8 di mattina, lasciando via libera ai lavori nella restante parte della giornata. Vi è stato, comunque, l’impegno a far effettuare quanti più turni di lavoro possibili nel corso della giornata, in modo da velocizzare al massimo i tempi.

Subito dopo il confronto si è spostato nell’aula consiliare, dove, ancora una volta, gli operatori hanno ribadito che bisogna fare squadra con l’amministrazione comunale in quanto le prescrizioni sollevate dal Nas e dagli ispettori sanitari dell’Asl di Caserta non sono certamente ascrivibili a questa maggioranza, ma vengono da lontano. Grazie anche all’intervento dei tecnici comunali, è stato calcolato che saranno necessari almeno venti giorni per la realizzazione dei lavori tra cui sono da ricomprendere la pavimentazione completa della struttura mercantile, la ristrutturazione del sistema fognario e dei servizi igienici, chiusi da ben otto anni e sostituiti da qualche giorno con bagni chimici.  I venti giorni sono considerati dagli operatori tempi troppo lunghi ma, a fronte dei lavori richiesti, sono già ristretti. In relazione ai tempi, ci sarà una delegazione di operatori che si interfaccerà con l’amministrazione comunale per la verifica dell’andamento dei lavori.

“Questa amministrazione – ha dichiarato il sindaco Golia – farà tutto quanto è in suo potere per ottemperare alle prescrizioni fatte dall’Asl alla struttura del mercato ortofrutticolo nel minor tempo possibile perché siamo solidali e vicini agli operatori che non possono pagare sulla propria pelle anni e anni di inerzia e indifferenza politico-amministrativa. Il Comune farà la sua parte nel modo più celere possibile. Mi sono impegnato personalmente perché sento sulle mie spalle il peso della responsabilità di tantissime famiglie, anche dell’indotto. Una parte degli interventi prescritti dopo i controlli effettuati venerdì mattina nella struttura di viale Europa deve essere realizzata dal comune mentre un’altra dai concessionari negli spazi di competenza. Tuteliamo – ha concluso il primo cittadino– il lavoro, ma l’obiettivo resta la delocalizzazione perché una struttura del genere non è più compatibile con un’area residenziale”.

IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico