Aversa

Aversa, Carratù: “Ricostruire il centrodestra mettendo al bando i protagonismi”

Aversa – «Ricostruire il centrodestra partendo da giovani moderati e da militanti competenti e determinati». Mentre il centrosinistra si appresta a varare l’esecutivo per iniziare a governare Aversa, è tempo di bilanci e di rilancio nel centrodestra cittadino con Dino Carratù, già assessore e attuale portavoce di Forza Aversa, che afferma: «La tornata elettorale appena trascorsa ha dato una netta risposta e cioè che il popolo aversano ha deciso di concedere ampia fiducia ad un rappresentante del Pd, e ciò dopo tanti anni di amministrazioni di centrodestra».

«Sicuramente – continua l’avvocato aversano – l’alternanza rientra nella fisiologia, certamente l’ultima amministrazione di centrodestra c’ha messo del suo per far allontanare i simpatizzanti ma, in disparte da ciò, sicuramente un’analisi politica approfondita va fatta. Anzitutto, Aversa era e rimane una città di centrodestra, pertanto bisogna comprendere la ragione o i motivi che hanno indotto i moderati di destra a votare un candidato marcatamente di sinistra. La ragione, una su tutte, è sicuramente quella di desiderare di essere rappresentati da politici giovani, magari meno esperti, ma capaci». Ed è questa la strada che Carratù indica anche per il centrodestra da cui partire, ovvero, da una valida alternativa all’attuale squadra di governo attraverso il protagonismo di una nuova classe dirigente determinata, competente e moderata.

«Forza Aversa, che – ricorda Carratù – come storia e tradizione nasce da una scissione di Forza Italia e che, ancora una volta, nonostante la sconfitta del candidato sindaco, è riuscita a portare in Consiglio comunale un proprio rappresentante, vuole essere centrale nella ricostruzione del centrodestra. Su questo è bene essere chiari: la sconfitta elettorale apre una fase nuova, che necessita di mettere al bando un passato di protagonismi, egocentrismi e prime donne. Nessuno si arroghi il diritto di voler costruire strategie, specie se evidentemente perdenti come quest’ultimo esperimento politico, nato male e finito peggio». Quali le prossime mosse: «Ci faremo carico di invitare le forze di centrodestra intorno ad un tavolo politico, che prima di tutto guardi con lungimiranza al futuro e getti le basi per una ricostruzione reale e vincente».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico