Cronaca

Software pirata in aziende, una denuncia a Verbania in operazione “Underli©Ensing 3”

di Redazione

L’operazione “Underli©Ensing 3”, che ieri ha portato a 62 denunce in tutta Italia per l’utilizzo “pirata” dei software impiegati nell’ambito delle varie attività economiche (leggi qui), si è estesa fino alla provincia del Verbano Cusio Ossola. I finanzieri della compagnia di Verbania, infatti, hanno denunciato una persona e sottoposto a sequestro 14 programmi privi di regolare licenza e 5 computer a seguito di un controllo effettuato nei confronti di una società a responsabilità limitata, con sede nel capoluogo, operante in “servizi di progettazione di ingegneria integrata”.

Per il reato di violazione della proprietà intellettuale la normativa vigente nel nostro Paese prevede, in aggiunta alla sanzione penale, comminata anche una contestazione di natura amministrativa di 42mila euro, pari al doppio del valore di mercato del software illecitamente utilizzato che, nel caso di specie, era pari a 21 mila euro.

Su scala nazionale le Fiamme Gialle hanno eseguito contemporaneamente 121 ispezioni, 61 soggetti denunciati, 900 programmi privi di licenza e più di 350 apparati hardware sequestrati presso le sedi delle società controllate. Irrogate sanzioni amministrative pari a circa 15 milioni di euro.

L’operazione rappresenta l’altissima attenzione rivolta dalla Guardia di Finanza alla tutela del diritto d’autore connesso ai prodotti informatici, al fine di garantire la legalità nella circolazione dei prodotti nel mercato dei beni e dei servizi.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico